Sebbene aumentino notevolmente il consumo di energia elettrica, alcuni elettrodomestici, come il frigorifero o il congelatore, non possono mancare in cucina. Tuttavia, c’è sempre un modo per ingannare un po ‘per ridurre le bollette. A volte basta un piccolo aggiustamento della temperatura e qualche buon riflesso per cambiare la situazione.

Il cibo spesso non dura a lungo perché la temperatura nel frigorifero o nel congelatore non è adatta. Per conservarli in modo ottimale e per risparmiare energia, scopri la temperatura ideale da adottare in inverno!

Come ridurre il consumo di energia in inverno?

Elettrodomestici da cucina

logo pinterest

Elettrodomestici da cucina – Fonte: spm

Alcuni  elettrodomestici  sono essenziali in ogni cucina. Tra questi troviamo il frigorifero: è vero che è considerato il più grande consumatore di elettricità, essendo quello che deve rimanere sempre collegato alla presa di corrente. In alcuni casi, può rappresentare anche fino a un terzo del consumo elettrico di una casa. Dovremmo pagare il prezzo intero? Non necessariamente. Perché, per chi non lo sapesse, ci sono alcuni consigli e trucchi che possono aiutarti a risparmiare il più possibile sulla bolletta della luce.

Prima di tutto, quando si acquista un nuovo frigorifero, bisogna sempre guardare alla sua efficienza energetica: a differenza di altri, alcuni modelli hanno un buon rapporto tra prezzo e consumo energetico, che a lungo andare è molto più redditizio. Avrete sicuramente notato che le etichette di classe energetica sono cambiate per facilitare la scelta dei consumatori: ora passano dalla A alla G, sapendo che la classe A è la più economica e che la classe G è quella che consuma di più.

D’altra parte, gli specialisti consigliano di pulire e sbrinare regolarmente il frigorifero. Se il tuo elettrodomestico ha uno scomparto congelatore, fai attenzione allo strato di ghiaccio sulle pareti dell’interno, poiché questo costringe il motore a lavorare di più. Pertanto, il frigorifero consumerà più energia. Si noti che la brina si forma anche quando si tende a raffreddare notevolmente l’apparecchio: per questo è sempre importante controllare il termostato e controllare la temperatura all’interno. Allo stesso modo, le continue aperture possono causare sbalzi di temperatura e costringere il frigorifero ad assorbire più energia!

Inoltre, è bene sapere che la temperatura varia da scaffale a scaffale. Ad esempio, in frigorifero, si consiglia di  conservare il resto dei  cibi cotti, latticini e piatti di carne nella zona inferiore e nella parte centrale, perché lì è più fresco.

Frigorifero: qual è la temperatura ideale quando fa freddo?

Regola la temperatura del frigorifero

logo pinterest

Imposta temperatura frigorifero – Fonte: spm

Perché lo scongelamento è così essenziale? L’Organizzazione dei consumatori e degli utenti (OCU) spiega che solo tre millimetri di brina sulle pareti del dispositivo possono aumentare i consumi del 30%.
Ecco alcuni consigli per evitare la formazione di brina nel tuo elettrodomestico e in particolare la temperatura alla quale dovresti impostare il tuo frigorifero in inverno:

  • Suggerimento: aprite la porta del frigorifero il meno possibile, perché più aria calda entra dall’esterno, più è probabile che l’umidità raggiunga le pareti, si condensi e formi ghiaccio.
  • Assicurarsi sempre di chiudere correttamente la porta. Se gli elastici delle pareti sono danneggiati, deve essere riparato. Perché se la porta non si chiude ermeticamente, l’aria entra più spesso, il che inevitabilmente provocherà la formazione di strati di ghiaccio.
  • In inverno tenere sempre il frigorifero a +5°C e il congelatore a -18°C. Queste sono le temperature ideali per conservare i cibi e ridurre il consumo di energia.
  • Lascia che l’aria circoli dietro l’elettrodomestico: soprattutto, non incollare completamente il tuo frigorifero alla parete in modo che il motore possa ventilare correttamente.
  • Evitate il più possibile di mettere in frigorifero cibi caldi: è meglio aspettare che si raffreddino a temperatura ambiente prima di riporli, perché l’evaporazione dei liquidi dovuta al calore creerebbe più ghiaccio.
  • Posizionare sempre il frigorifero  lontano da fonti di calore come forno, radiatori o un luogo soleggiato.