Press ESC to close

4 errori che fanno aumentare la bolletta della luce in inverno

Elettrodomestici, riscaldamento, lampade o persino scaldabagni… Nelle case ci sono vari elettrodomestici che funzionano con l’elettricità. Occorre quindi prestare attenzione all’utilizzo di queste apparecchiature per evitare consumi eccessivi di elettricità che gravano pesantemente sulla bolletta elettrica, soprattutto nel periodo invernale. Scopri quali sono i 4 errori domestici che fanno lievitare le bollette della luce in inverno.

Il consumo energetico domestico è maggiore in inverno. Inoltre, ogni anno, il consumo di elettricità in Francia raggiunge il suo picco a gennaio,  secondo il sito web di EnerDigit . Durante questo periodo freddo dell’anno, le famiglie adottano abitudini che aumentano la bolletta elettrica.

I 4 errori domestici che fanno lievitare le bollette dell’elettricità in inverno

Tieni il riscaldamento acceso tutto il giorno

Riscaldamento elettrico

logo pinterest

Riscaldamento elettrico – Fonte: spm

Il riscaldamento è un’attrezzatura molto popolare in inverno. Il riscaldamento è quindi la principale fonte di consumo energetico tra i francesi.

La brezza invernale che entra nelle nostre case non è sempre facile da sopportare, spesso tendiamo a  tenere il riscaldamento acceso tutto il giorno . Questo ha l’effetto  di aumentare il consumo di energia elettrica e di conseguenza aumentare la bolletta. Quindi considera di abbassare la temperatura se prevedi di uscire per qualche ora.

Per ridurre la bolletta elettrica, puoi anche adattare la temperatura in base alla frequenza di occupazione della stanza. Infatti, non è necessario riscaldare tutte le stanze della casa alla stessa temperatura, quando si occupa solo una stanza. Se disponi di termoconvettori elettrici, considera di dotarti di un termostato associato a un programmatore che ti servirà per impostare la temperatura di ogni stanza della tua casa.

Se l’isolamento termico della tua casa è ottimale, puoi  spegnere il riscaldamento elettrico  di notte senza temere il freddo. Altrimenti, considera invece di abbassare il riscaldamento. Questo gesto innocuo ti permetterà di risparmiare sulla bolletta. Infatti,  un grado in meno equivale al 7% di risparmio sulla bolletta del riscaldamento.

Impostare la temperatura dello scaldabagno sopra i 55°C

scaldabagno

logo pinterest

Scaldabagno – Fonte: spm

Apprezziamo le docce calde in inverno, ma c’è da dire che l’acqua calda pesa anche sulla bolletta della luce. Infatti, lo scaldabagno consuma molta energia quando riscalda l’acqua fredda che riceve e quando cerca di mantenerla calda, ad una temperatura generalmente compresa tra 55°C e 65°C. Mantenere una grande quantità di acqua ad alta temperatura per tutto il giorno comporta un notevole consumo di energia elettrica.

Detto questo,  è consigliabile impostare la temperatura all’interno del palloncino tra 50° e 55°. In questo modo risparmierai elettricità, ma ridurrai anche il consumo di acqua calda. Inoltre una temperatura eccessiva, superiore ai 65°C, aumenterebbe semplicemente il rischio di scottature sotto la doccia.

Non scegliere comunque una temperatura inferiore ai 50°C per evitare la formazione del tartaro. Inoltre, quest’ultimo  è anche responsabile di un consumo eccessivo di elettricità da parte dello scaldabagno.

Mantieni i dispositivi in ​​standby

A causa del freddo e delle gelate, tendiamo a trascorrere più tempo in casa e ad utilizzare molto gli elettrodomestici. Quando il tuo elettrodomestico rimane collegato, consuma energia, sia che sia spento o in standby. Il consumo energetico dei dispositivi in ​​standby è chiamato consumo nascosto. Ricordati di scollegare i tuoi elettrodomestici che non usi, o il tuo computer e il tuo cellulare al termine della ricarica, per ridurre la bolletta elettrica.

Nella top 5 dei dispositivi più energivori in modalità standby troviamo:

  • La televisione
  • Il forno della cucina
  • L’asciugatrice
  • La scatola
  • schermi e periferiche
Spegni la televisione

logo pinterest

Spegni la televisione – Fonte: spm

Tieni presente che anche gli elettrodomestici, come il frigorifero o il congelatore, possono aumentare la bolletta dell’elettricità in caso di cattiva manutenzione. La formazione di brina nel frigorifero o nel congelatore, infatti   , può aumentare del 30% il consumo elettrico di questi dispositivi, come spiegato dagli esperti di Engie.

Illuminare la casa con lampade ad alta efficienza energetica

lampada-1

logo pinterest

Lampada – Fonte: spm

La notte cala velocemente in inverno e quindi siamo costretti ad accendere prima le luci in casa. Tuttavia, alcune lampade sono ad alta intensità energetica, come le lampade alogene. Quindi scegli  lampade che consumano meno energia come i LED o le lampade fluorescenti compatte.

Alcuni riflessi potrebbero anche aiutarti a risparmiare sull’illuminazione, come spegnere la luce quando esci da una stanza, e favorire un’illuminazione adatta alla tua attività: se ad esempio preferisci leggere un libro prima di dormire, accontentati solo della tua lampada da comodino per ridurre la bolletta energetica. Inoltre, prima di acquistare una lampadina, controlla la sua etichetta energetica che indica il suo livello di efficienza energetica e il suo consumo. Scegli lampadine che appartengono alla classe energetica A e sono quindi più economiche.  Ciò ti consentirà di risparmiare energia e ridurre la bolletta elettrica.

Evitando questi errori, ridurrai il consumo di elettricità della tua casa e quindi risparmierai denaro.