Lavori a casa e vorresti ristrutturare il bagno e la toilette? Solo che stai ancora esitando a livello di flush pull, soprattutto tra i pulsanti grandi e piccoli. È vero che a volte ci perdiamo. Spesso ci chiediamo se la differenza di dimensioni abbia un reale impatto sul processo finale. Quale formato sarebbe il più vantaggioso? Ovviamente uno è più visibile e più pratico, mentre l’altro è più discreto e occupa meno spazio. Ma qual è la vera differenza tra questi due meccanismi? Il consumo di acqua rimane lo stesso? Facciamo il punto.

Perché ci sono due pulsanti sullo sciacquone?

Premi lo sciacquone

logo pinterest

Premi lo sciacquone – Fonte: spm

Al giorno d’oggi, i moderni modelli di wc sono dotati di due tipi di sciacquoni, uno più piccolo dell’altro, e di una cassetta. Si chiamano “wc dual flush”, ma vi siete mai chiesti perché vengono offerte queste due opzioni? La maggior parte delle persone presuppone semplicemente che la manopola più piccola promuova uno scarico più breve, mentre quella più grande consente uno scarico più lungo e più completo. Questo è davvero vero, ma è un po’ più complesso di quanto sembri. Perché se il processo è semplice da capire, c’è un fattore essenziale che entra in gioco: il consumo di acqua. In effetti, più lungo è il risciacquo, più acqua usi. Pertanto, se si desidera risparmiare, è meglio utilizzare il pulsante piccolo.

Come funziona uno sciacquone?

In pratica, il meccanismo di scarico fa sì che il serbatoio si riempia d’acqua attraverso una valvola di riempimento, la cui alimentazione idrica è spesso sufficiente in ambito domestico. Così, quando attiviamo la cassetta e premiamo il pulsante, l’acqua esce con una conseguente pressione per eliminare i residui che sono nell’acqua. Il serbatoio ha anche un otturatore all’interno che indica quando c’è abbastanza acqua in modo che non trabocchi. Alcuni modelli consentono persino di regolare con precisione il volume dell’acqua rilasciata tramite la più piccola delle due manopole.

Misure, parti e posizioni possono variare tra i diversi marchi e modelli offerti sul mercato, ma in generale il meccanismo di sgancio funziona sempre allo stesso modo. Il serbatoio viene riempito e svuotato quando viene attivato lo scaricatore e quando si preme la linguetta di estrazione, si applica una pressione al pulsante. Per attivare il meccanismo di scarico hai a disposizione due sistemi: tirare lo sciacquone verso l’alto mediante una maniglia oppure utilizzare il pulsante premendolo.

Tutti i modelli sono in modalità standard?

I servizi igienici a scarico singolo sono i design più comuni nelle case. Gli edifici più vecchi hanno ancora l’asta di metallo che deve essere tirata. Questi servizi igienici hanno un solo meccanismo di scarico, il che significa che tutti i tipi di rifiuti vengono scaricati con la stessa quantità di acqua. Più moderni, i WC a doppio scarico hanno due meccanismi, come descritto sopra, con due pulsanti sulla parte superiore del serbatoio invece di una sola leva.

Qual è il meccanismo più vantaggioso per la tua toilette?

Premere il pulsante dello sciacquone

logo pinterest

Premere il pulsante dello sciacquone – Fonte: spm

Come sapete, il sistema di scarico aiuta a rimuovere l’acqua sporca dal water e a sostituirla con acqua pulita. È un meccanismo economico, costituito da una valvola di alimentazione, un galleggiante e un sistema di scarico. Ma quando devi installare un wc in casa, ti starai sicuramente chiedendo quale sia il sistema più adatto da installare, vero? Cercheremo di guidarti meglio.

Hai una famiglia numerosa a casa? Se la tua toilette viene utilizzata molto e tende a intasarsi facilmente, dovresti prendere in considerazione un sistema di scarico ad alte prestazioni. Le valvole più grandi (oltre 20 mm di diametro) erogano l’acqua con maggiore velocità e forza e le uscite del sifone più grandi prevengono l’intasamento. Dovresti sapere che più lo sciacquone viene utilizzato, più acqua entra nella toilette e, indipendentemente dalla frequenza con cui scarichi, il calcarenon può mai essere evitato. Inoltre, quando si nota una piccola placca (anche se non è realmente visibile ad occhio nudo) nella toilette, il costante getto d’acqua che scorre lascerà necessariamente lì tracce di calcare. Una soluzione efficace per eliminarli? Puoi scommettere sull’aceto bianco, un prodotto per la pulizia rinomato per le sue proprietà anticalcare e antitartaro. Applicare su un panno pulito e strofinare delicatamente le aree macchiate. Cogli l’occasione per pulire tutte le ceramiche e l’area del pulsante dello sciacquone. In questo modo, la tua toilette riacquisterà rapidamente il suo splendore!

Come scegliere il pulsante?

Il meccanismo completo della cassetta è composto da due elementi fondamentali: la valvola di riempimento o erogazione dell’acqua e il meccanismo di scarico. In caso di sostituzione (perché un componente è danneggiato o perché c’è una perdita), ti consigliamo di optare per i meccanismi di funzionamento più semplici.

Come riparare un pulsante difettoso?

Il pulsante dello sciacquone si è rotto e non funziona? Non c’è bisogno di ricorrere al vecchio trucco del secchio d’acqua! Ecco come riparare il pulsante dello sciacquone del WC in pochi semplici passaggi.

  • Chiudere l’alimentazione idrica per arrestare il flusso d’acqua.
  • Apri la cisterna.
  • Guarda il livello dell’acqua e svuotalo.
  • Staccare il serbatoio.
  • Rimuovere la vecchia valvola di scarico.
  • Installare il nuovo meccanismo di lavaggio.
  • Reinstallare il serbatoio.
  • Controlla e regola il rubinetto.
  • Sostituire il pulsante di scarico.
  • Aprire l’approvvigionamento idrico.

Se, nonostante questa operazione, non riesci ancora a risolvere il problema, è meglio chiamare un idraulico per trovare l’origine del problema!