È risaputo: per preparare una ricetta a base di pasta o riso, occorre immergerlo in un abbondante volume di acqua bollente. Ma molto spesso, la nostra padella finisce sempre per traboccare… Niente panico! Vi sveliamo i consigli di Thomas Langevin, chef dell’Aude per evitare questo inopportuno inconveniente e riuscire in tempo nelle vostre preparazioni culinarie.

Come evitare la formazione di schiuma nell’acqua bollente?

Formazione di schiuma in acqua bollente

logo pinterest

Formazione di schiuma in acqua bollente – Fonte: spm

Aggiungere l’olio all’acqua

Quando fai bollire le verdure, il riso o la pasta, noti la formazione di una schiuma sulla superficie dell’acqua. Con il calore, le bolle esercitano una pressione, causando spesso fuoriuscite.

Per evitare questi inconvenienti aggiungete all’acqua dell’olio, agisce bene sulla schiuma impedendone la formazione. Ciò impedirà all’acqua di traboccare. Ricordate che è importante agire al momento giusto, quindi aggiungete l’olio dall’inizio della cottura.

A volte capita anche che l’acqua fuoriesca per un semplice motivo: l’uso prolungato di un coperchio sulla pentola. Questo strumento fa sicuramente risparmiare tempo riscaldando l’acqua più velocemente, ma impedisce la fuoriuscita del vapore acqueo.

Usa un cucchiaio di legno

C’è un altro trucco molto semplice ed altrettanto efficace per evitare che l’acqua trabocchi dalla padella, appoggiate  un cucchiaio di legno  et voilà!

Il legno funge da isolante. Le bolle che si formano quando l’acqua bolle saranno così ridotte grazie al contatto con il legno.

Perché l’acqua della pasta fa schiuma?

La pasta  è  fatta di farina, acqua e talvolta uova, amido e proteine ​​vengono essiccate e conservate al suo interno. Quando li metti in acqua bollente, un ambiente riscaldato e umido, l’amido continua ad assorbire sempre più acqua fino a scoppiare. Il risultato è che le molecole di amido vengono espulse nell’acqua, creando la schiuma che vedete.

L’amido fa anche attaccare la pasta nel mezzo del processo di cottura, quindi è necessario mescolare di tanto in tanto per evitare la formazione di una massa gigante. Una volta che la pasta ha finito di bollire, l’acqua si satura di amido. Quindi, se aggiungete un po’ di quest’acqua al vostro condimento, permetterà al sugo di aderire meglio alla vostra pasta.

Come evitare che il riso trabocchi in una pentola di acqua bollente?

riso in acqua bollente

logo pinterest

Riso in acqua bollente – Fonte: spm

Il riso  è un alimento base in molte cucine. È molto semplice e facile da preparare. Tuttavia, durante la cottura, l’acqua bollente può traboccare rapidamente. Ecco il metodo migliore per evitare che il riso trabocchi e si attacchi.

  • Sciacquare il riso in diversi cambi d’acqua per rimuovere l’amido in eccesso.
  • Metti il ​​riso in una pentola più grande. Questo trucco consente semplicemente la formazione di bolle più grandi in modo che il liquido copra correttamente i fagioli.
  • Dopo l’ebollizione, ridurre il fuoco al minimo.
  • Il riso potrebbe impiegare qualche minuto in più per cuocere.

Se ti capita spesso che il riso si attacchi alla pentola, aggiungi l’aceto durante la cottura. L’effetto è ottenuto grazie al suo alto contenuto di acido acetico.

Per utilizzarlo a questo scopo, una volta che l’acqua inizia a bollire nella pentola, aggiungete un po’ di aceto di mele e attendete che riprenda il bollore. Quando aggiungi l’aceto, abbassa la temperatura per qualche istante. Quindi aggiungere il riso e cuocere come di consueto, controllando l’intensità del fuoco e mescolando di tanto in tanto in modo che sia cotto uniformemente e in questo modo non si attacchi e non si bruci