La chiave di accensione è una delle parti più importanti di qualsiasi veicolo. Oltre a bloccare e sbloccare un’auto, quest’ultima ha diverse funzioni insospettate. A riprova, ecco cosa potrebbe accadere premendo per alcuni secondi questo pulsante sulla chiave della tua auto.

Questo pulsante sulla chiave della tua auto ti permetterà di eseguire un’azione che non ti aspettavi! Scopriamo quale in questo articolo.

Cosa accadrà premendo questo pulsante sulla chiave della tua auto per diversi secondi?

Chiavi della macchina

logo pinterest

Chiavi della macchina. Fonte: spm

Tornando alla propria auto, non è raro notare quanto possa essere insopportabile la temperatura all’interno dell’abitacolo. In questo caso, il primo istinto che viene in mente è quello di  abbassare i finestrini il più velocemente possibile.

Tuttavia, c’è un trucco utile che molti conducenti non conoscono, che consiste nell’abbassare i finestrini del veicolo usando la chiave di accensione. Per fare ciò,  generalmente devi premere il pulsante di sblocco situato sulla chiave, rilasciarlo e quindi premerlo nuovamente per alcuni secondi.. Se, ad esempio, possiedi un’Acura, dovrai procedere diversamente. Dovrai inserire la chiave nella serratura della porta, girarla in senso orario, rilasciarla, quindi girarla di nuovo in senso orario tenendola in modo che i finestrini dell’auto si abbassino. Generalmente girando la chiave in senso antiorario si alzano i vetri. Dipende essenzialmente dal modello dell’auto.

Inoltre, su alcuni modelli di auto, Volkswagen in particolare,  la chiave deve essere girata in senso antiorario per far abbassare i vetri e in senso orario per poterli alzare.

Infine, tieni presente che questa funzione è presente sui seguenti modelli:

  • Acura MDX, TL, TSX e ZDX;
  • Alfa Romeo 159;
  • Audi A1, A3, A4, A6 e A7;
  • BMW Serie 3, Serie 5, Serie 6, Serie 7, M5 e Z4;
  • Chevrolet Corvette ed Equinox ;
  • ChryslerSebring;
  • Dodge Challenger, Charger, Durango, Grand Caravan, Journey e Ram;
  • Fiat Bravo;
  • Ford C-Max, F150, Focus, Focus Ghia, Fusion, Galaxy, Mondeo, S-Max e Taurus:
  • Honda Accord, Accord Crosstour, Odyssey, Pilot e Ridgeline;
  • Infiniti G25x, G35, G37, I30, I35, M35 e QX56;
  • Jeep Grand Cherokee ;
  • Jaguar S-Type, XF, XJ8 e XK8;
  • Lexus ES300, GS350, IS250, RX300, RX350 e RX400h;
  • Lincoln LS, MKX, MKZ e Zephyr;
  • Mazda 6, CX-9 e MX-5 Miata;
  • Mercedes-Benz B180, C240, C300, CLK350, CLS550, E350, E430, E500, GL450 e ML550;
  • Mini Cooper Clubman, S e Mayfair;
  • Nissan 350Z, Altima, Armada, Maxima, Murano, Pathfinder e Titan ;
  • PEUGEOT 508;
  • Ottiene 9-3;
  • SEAT Leon ;
  • Skoda Fabia e Octavia II;
  • Toyota Prius?
  • Opel Insignia, Vectra e Zafira;
  • Volkswagen Maggiolino, Golf, Jetta, Passat, Polo e Routan;
  • Volvo C30, S40, S60 e V50.

A cosa servono questi dispositivi e pulsanti nelle auto?

Se in alcune vetture sono presenti diverse funzioni che  aiutano la frenata , ecco altre  funzioni e dispositivi che garantiscono comfort e/o sicurezza, per il guidatore così come per gli altri passeggeri del veicolo .

Maniglia di sostegno :  posta sul cielo dell’abitacolo, sopra ogni portiera del veicolo, la maniglia di sostegno è utile per i passeggeri, soprattutto in fase di avvicinamento alle curve. Senza dimenticare che può essere  utile alle  persone con mobilità ridotta  quando desiderano salire o scendere  dall’auto . Possono anche aggrapparsi ad esso durante il viaggio per stabilizzarsi e ottenere conforto.  

Maniglia di presa

logo pinterest

Afferra la maniglia in un’auto. Fonte: spm

Il rilevatore di sonnolenza:  la stanchezza è una delle principali cause di incidenti stradali. Ecco perché alcune case automobilistiche hanno cercato di risolvere questo problema integrando nei loro veicoli un sistema di rilevamento della sonnolenza, che controlla il minimo segno di addormentarsi  al volante . Questo sistema avverte il guidatore della necessità di fermarsi in un’area di sosta, prendere lì un caffè e riprendere la guida solo quando avrà riacquistato tutte le sue facoltà fisiche.. Inoltre, queste stesse case automobilistiche prevedono anche di sviluppare sensori in grado di osservare la frequenza cardiaca, la respirazione, la postura e i movimenti oculari di ogni guidatore per avvertirlo meglio del possibile rischio di incidente.

Adaptive cruise control: a differenza del  cruise control “classico”, che permette di mantenere una velocità senza dover toccare il pedale dell’acceleratore, il  cruise control adattivo è dotato di laser, radar e/o telecamere che adeguano la velocità di guida a quella del veicolo avanti . Una tecnologia che può essere trovata in alcuni veicoli a marchio Volvo, ad esempio.