Press ESC to close

Perché la mia lavatrice ha un cattivo odore? 4 consigli semplici ed efficaci contro i cattivi odori

A volte la lavatrice ha un cattivo odore e impregna anche il nostro bucato di cattivi odori. Questo inconveniente è spesso causato dall’umidità che si deposita negli angoli del dispositivo. Ma non preoccuparti, non dovrai cambiare la tua lavatrice. Questi trucchi naturali ti permetteranno di pulire la tua lavatrice in modo che non abbia più cattivi odori.

L’umidità che rimane incastrata nella lavatrice, la muffa o anche i depositi di calcare, sono responsabili dei cattivi odori che si riscontrano in lavatrice e che si ripercuotono anche sulla biancheria. La pulizia della lavatrice è  poi necessaria per eliminare batteri e cattivi odori.

Come si pulisce una lavatrice che puzza?

Pulizia tamburo

Pulisci e disinfetta accuratamente il cestello della lavatrice con aceto bianco. Per fare ciò, versare nel cestello 1 litro di aceto bianco ed eseguire un ciclo di lavaggio a vuoto a 90°C, senza detersivo.

L’aceto è un popolare prodotto multiuso per la pulizia della lavatrice. Pulisce, sgrassa ma anche disincrosta il cestello, grazie alle sue proprietà disinfettanti e alla sua azione anticalcare.

Se noti che la muffa è molto incrostata nella tua lavatrice, versa 3 litri di aceto bianco nel cestello e aggiungi 20 gocce di olio essenziale di tea tree. Quest’ultimo ha un’efficace azione antifungina per sconfiggere la muffa. Quindi far funzionare la macchina a vuoto per un breve ciclo a 60°C.

Puoi usare il bicarbonato anche per pulire il cestello della lavatrice e neutralizzare i cattivi odori. Per fare ciò, versare nella vaschetta del detersivo o direttamente nel cestello 1 tazza di bicarbonato di sodio ed eseguire un breve ciclo di aspirazione leggermente caldo.

tamburo aceto bianco

logo pinterest

Aceto bianco per pulire la lavatrice – Fonte: Active

Pulizia delle guarnizioni

Pulire la guarnizione del tamburo con un vecchio spazzolino da denti imbevuto di aceto bianco per rimuovere residui di detersivo e sporcizia. Quindi puliscilo con un panno in microfibra. Se noti che c’è ancora dello sporco incorporato, cospargi un po’ di bicarbonato di sodio su una spugna imbevuta di aceto bianco e passalo sulla guarnizione del tamburo.

pulizia della guarnizione

logo pinterest

Guarnizione lavatrice pulita – Fonte: spm

Pulizia del filtro

Quando è mal tenuto, il filtro immagazzina calcare e sporco, ed è questo che impregna il bucato di un cattivo odore. Da qui l’importanza di disinfettarlo. Per fare ciò è sufficiente rimuovere il filtro e pulire con uno spazzolino a setole morbide lo sporco e i residui che vi si sono depositati. Non resta che rimetterlo a posto.

Pulizia del cassetto del detersivo

Rimuovere il vassoio e metterlo in una bacinella piena di acqua calda per sciogliere lo sporco. Poi passate una spugnetta imbevuta di aceto bianco nella vaschetta del detersivo, senza dimenticare gli angoli. Se lo sporco rimane incrostato, puoi mettere una piccola quantità di sapone nero su una spugna e pulire nuovamente il vassoio. Puoi anche usare un vecchio spazzolino da denti per rimuovere lo sporco che si incastra negli angoli difficili da raggiungere.

Ora che la tua lavatrice è pulita e priva di cattivi odori, è il momento di occuparti del bucato che ha impregnato i cattivi odori del tuo elettrodomestico.

Per fare questo basta stirare il bucato in lavatrice. Se noti che i cattivi odori del tuo bucato sono un po’ forti, considera di aggiungere una tazza di aceto bianco e qualche goccia di olio essenziale di lavanda o limone nello scomparto dell’ammorbidente. Oltre a neutralizzare i cattivi odori della tua biancheria e profumarla con un bel profumo, questo accorgimento la renderà più flessibile. L’aceto bianco viene infatti  utilizzato come ammorbidente naturale , perché scioglie il calcare contenuto nell’acqua e quindi ammorbidisce il bucato.

tamburo di lino

logo pinterest

Bucato nel cesto – Fonte: spm

Come evitare i cattivi odori dal bucato e dalla lavatrice?

Dopo aver utilizzato la lavatrice, tenere l’oblò aperto per consentire la ventilazione ed evitare così l’accumulo di umidità  che genera muffe e cattivi odori.

Per quanto riguarda il bucato, assicurarsi di rimuoverlo direttamente dal cestello dopo la fine del ciclo di lavaggio. Infatti,  mantenere la biancheria bagnata all’interno della lavatrice favorisce la proliferazione di batteri e muffe, che causano un cattivo odore sia per la biancheria che per la lavatrice. Infine, riponi il bucato solo se è completamente asciutto, altrimenti ti ritroverai con un altro bucato maleodorante.

In questo modo potrai mantenere la tua lavatrice per preservarne le prestazioni e trovare biancheria pulita e profumata dopo ogni lavaggio.