Press ESC to close

Lingua di suocera: come si fa a far fiorire questa pianta e a far durare più a lungo il suo profumo?

La lingua di suocera è una pianta che ha molti nomi: Sansevière o sansevieria, lingua del diavolo o pianta del serpente. Non solo è una bella pianta, ma è anche una delle più facili da coltivare e mantenere. In questo articolo condividiamo con voi consigli su come farlo fiorire e goderne i profumi.

Se la sansevière ci piace è perché è particolarmente robusta e ha la capacità di sopravvivere anche in spazi poco illuminati. Dovresti anche sapere  che è una pianta disinquinante in grado di assorbire molecole dannose  come formaldeide, tricloroetilene e benzene che troviamo nei nostri interni. È quindi una  delle migliori piante per purificare l’aria.

Sanseviere-1

logo pinterest

A sansevière – Fonte: spm

Varietà Sanseviere

Sansevieria trifasciata:  Questa è la versione più comune e classica della Sansevieria. Ha foglie spesse e rigorose la cui lunghezza varia tra i 30 ei 60 cm. I suoi colori virano al verde scuro o al grigio argento.

Sansevieria trifasciata golden hahnii:  Questa è la varietà più piccola di sansevières. È caratterizzato da foglie larghe alte 10 cm nelle quali si nota una fascia grigia circondata da altre due di colore giallo.

Sansevieria trifasciata laurentii:  L’unica differenza tra questa pianta e la sansevieria trifasciata è la linea che delimita le sue foglie.

Sansevieria cylindrica:  Come suggerisce il nome, è una pianta cilindrica le cui foglie sono arrotolate su se stesse o intrecciate. Per la sua particolare estetica è una pianta apprezzata dai sostenitori della decorazione moderna.

Sansevieria trifasciata argentea:  Anche in questo caso, come suggerisce il nome, le sue foglie sono caratterizzate da un colore argenteo.

Queste varietà fanno anche parte di piante da appartamento  che non hanno necessariamente bisogno del sole per crescere.

la lingua della suocera

logo pinterest

pianta, lingua di suocera -Fonte: spm

Cura delle piante

Poiché la sansevière è una pianta poco esigente e resistente, richiede solo pochi passaggi per mantenerla. Il primo consiste nell’esporlo ad una luminosità  senza che sia alla luce diretta del sole.

Infatti, se ha bisogno di luce, troppo sole non farà che alterare il fogliame che con il tempo si seccherà e ingiallirà. Se invece riesce a sopravvivere in luoghi poco illuminati,  l’ideale è posizionarla al chiuso vicino a una zona luminosa  come la finestra e fornirle una temperatura ambiente ideale compresa tra i 18 e i 21°C.

Rinvaso

Se noti che le radici della pianta iniziano ad invadere il vaso o se ha superato un periodo di 3 anni, dovrà essere rinvasata. Per questo basta passare a un vaso di 2-3 cm più grande del precedente in termini di diametro. Successivamente, scegli un terriccio di qualità  la cui composizione favorisca un drenaggio di qualità.

rinvaso-1

logo pinterest

Rinvaso della pianta – Fonte: spm

irrigazione

Mentre questa pianta funziona bene con l’irrigazione intermittente, troppa acqua la farà solo marcire . Si consiglia di annaffiare una volta che il terreno è asciutto.

pianta-sanseviere

logo pinterest

Sansevière – Fonte: spm

Tenendo conto della fase di crescita della sansevière che va da marzo a giugno, aumentare gradualmente la frequenza delle annaffiature. Ad ogni modo, puoi attenersi ad annaffiature regolari  a seconda del fabbisogno idrico del terreno.

Per il periodo estivo tra giugno e settembre, la pianta va annaffiata una volta a settimana sapendo di poterla posizionare all’aperto  ma senza esporla alla luce diretta del sole.

pianta-serpente all'aperto

logo pinterest

Posizionare la pianta serpente all’esterno senza esporla al sole – Fonte: spm

Per i mesi successivi, da settembre a novembre, si tornerà ad annaffiature meno frequenti ma non per questo meno regolari. Durante questo periodo, la pianta del serpente entra gradualmente nella fase dormiente che avverrà in inverno  e avrà quindi bisogno solo di annaffiature mensili.  Come avrai capito, la sansevière generalmente preferisce un ambiente secco.

Fertilizzanti

Se vuoi aggiungere fertilizzante,  puoi accontentarti del fertilizzante liquido  destinato alle piante verdi. Tieni presente, tuttavia, che se aggiungi regolarmente terriccio, non avrai bisogno di fertilizzante.

Prenditi cura delle foglie

Per mantenere le foglie, niente scienza missilistica. Dovrai solo tagliarli non appena ti accorgerai che si stanno seccando. Per spolverare la pianta  è sufficiente un panno morbido e umido.

Le talee

Per moltiplicare la lingua di suocera, approfitta del rinvaso per dividere i cespi. Per fare questo, taglia la zolla in 2 o 3 parti e poi ripiantale in un altro substrato. Questo è il metodo migliore  per favorire la moltiplicazione della varietà a fogliame variegato.

Ora che sai come goderti delle belle sansevières, puoi anche consultare i  7 segreti del giardinaggio per avere belle piante in casa.