Il router Wi-Fi è uno dei dispositivi più utilizzati in casa per fornire la rete internet e connettere computer e cellulari. Quindi rimane acceso tutto il giorno. Dovrebbe essere spento quando non in uso o no? e quanto spesso? Ecco alcune risposte.

Per soddisfare un desiderio costante di restare connessi, molte persone usano il Wi-Fi tutto il giorno, a volte anche di notte. Altri, al contrario, preferiscono disattivarlo per ridurre il proprio consumo energetico. Quindi scopri alcune informazioni che ti diranno il modo giusto di gestire questo dispositivo.

Il router dovrebbe essere lasciato sempre acceso?

Le opinioni non sono risolte sulla questione . Lasciare acceso il router, tuttavia, sembra avere alcuni vantaggi significativi. È quindi necessario prenderne atto per adattare il nostro modo di utilizzarla.

  • Il router acceso consente l’accesso al Wi-Fi in qualsiasi momento

Router collocato in uno spazio aperto

logo pinterest

Wifi acceso in soggiorno – Fonte: spm

Uno dei vantaggi di lasciare il router sempre acceso è che fornisce un accesso illimitato a Internet. Per questo motivo, secondo howtogeek , questo dispositivo è stato progettato per funzionare 24 ore su 24, 7 giorni su 7 . Spegnendo il dispositivo per più di quindici secondi, il riavvio può attivare la negoziazione di un nuovo indirizzo IP con il provider Internet. Anche se questo alla fine migliorerà la velocità di connessione e la stabilità della rete, potrebbero essere necessari diversi minuti e impedire la connessione.

  • La durata del router è estesa

Sebbene non vi sia un ampio consenso su questo, sembrerebbe che spegnere ripetutamente il router possa potenzialmente ridurne la durata. Infatti, l’accensione non sarebbe vantaggiosa per i componenti di questo dispositivo che sono predisposti per il funzionamento continuo. Questi sono infatti progettati in modo tale da beneficiare di un periodo di riposo quando la rete non è richiesta. Quindi, se vuoi mantenere le prestazioni del tuo dispositivo, è inutile spegnerlo quotidianamente. Naturalmente, un router che non viene utilizzato per un lungo mese deve essere disattivato.

  • Il backup dei dati nel cloud dipende anche dal router

nuvola

logo pinterest

Nuvola – Fonte: spm

Alcuni utenti Internet preferiscono spegnere il router di notte. Tuttavia, questi ignorano alcuni inconvenienti relativi all’archiviazione dei dati. Spegnendo regolarmente il dispositivo, possono infatti interrompere i backup automatici nel cloud. Questi possono infatti essere preventivamente configurati su PC, smartphone o tablet. Alcuni servizi di backup come Apple iCloud ad esempio, spesso approfittano di determinati momenti di inattività per caricare i dati sul proprio server.

Può essere utile spegnere “periodicamente” il router

Sebbene sia meglio tenerlo acceso, il router Wi-Fi dovrebbe essere riavviato almeno una volta ogni due mesi. Si consiglia di rispettare questo limite di tempo per mantenere l’affidabilità della rete del computer e le prestazioni del dispositivo. Spegnerlo periodicamente potrebbe infatti aiutarti a migliorare la velocità di connessione del dispositivo., per risolvere piccoli problemi e apportare aggiornamenti correttivi. Inoltre, il router può anche fungere da gateway per altri dispositivi connessi in casa. Disattivarlo potrebbe impedire a potenziali hacker di accedere alla rete domestica. Infine, se vuoi fare dei piccoli risparmi sulla bolletta della luce, spegnere il router potrebbe davvero aiutare, anche se la cifra annua risparmiata è irrisoria ma se abbinata ad altre gesture e altri dispositivi ad alta intensità energetica, il risparmio può essere maggiore, secondo expertise-energie.fr

Mantenere il router acceso sembra essere il modo più intelligente per prolungarne la durata e le prestazioni. Tuttavia, per garantire una maggiore efficienza, non è da escludere un riavvio periodico.