Press ESC to close

Ecco come fare l’acqua distillata in casa

Molte persone sostengono i benefici dell’acqua distillata per il corpo, compresi i suoi effetti benefici sull’invecchiamento della pelle. Quest’acqua, liberata da tutti i suoi minerali e microrganismi grazie ad un processo di distillazione, permette di evitare l’acqua del rubinetto e quella contenuta nelle bottiglie di plastica. Scopri in questo articolo come ottenere acqua distillata in casa.

Se non ti piace bere l’acqua del rubinetto e preferisci evitare l’acqua minerale per non consumare le acque contenute nelle bottiglie di plastica, l’acqua distillata può essere un’ottima alternativa. Avrebbe anche molti benefici per la salute,  grazie alla sua purezza e pulizia.  Per una buona ragione, l’acqua del rubinetto viene trattata chimicamente per garantirne la potabilità. Bevendolo, consumiamo microquantità di sostanze chimiche. Se si opta per l’acqua distillata, si evita di ingerire tutte le impurità e gli altri elementi chimici che vi si possono depositare.

Acqua del rubinetto, acqua filtrata, acqua purificata, acqua distillata, quali sono le differenze? 

L’acqua è una fonte di vita e  può anche aiutare a perdere peso . Ma qual è la differenza tra tutte queste acque? L’acqua del rubinetto è, come suggerisce il nome, quella che è nelle vostre cucine. La qualità dell’acqua potabile varia a seconda della posizione geografica e, come accennato, può contenere tracce di sostanze chimiche. L’acqua filtrata è l’acqua del rubinetto che hai passato attraverso un sistema di filtrazione. L’acqua purificata è anche acqua del rubinetto che ha subito molti processi di purificazione dell’acqua, compresa la filtrazione. Infine,  l’acqua distillata è un processo più complesso  dell’acqua purificata ma non va confusa con l’acqua demineralizzata che richiede un processo chimico industriale. 

Come fare l’acqua distillata in casa? 

La distillazione è un processo che utilizzerà l’acqua nei suoi tre stati: solido, liquido e gassoso. L’obiettivo è riscaldare l’acqua, trasformarla in vapore e  raccogliere la condensa utilizzando cubetti di ghiaccio . Gli apprendisti chimici saranno lieti di provare l’esperimento. Per questo, avrai bisogno di una grande pentola in acciaio inossidabile con coperchio, una ciotola di vetro e guanti da forno per proteggere le mani quando maneggi l’acqua calda. 

Esistono molti metodi per distillare l’acqua, incluso l’utilizzo di un filtro a carbone attivo. Quella che vi presentiamo oggi è una delle più facili. Inizia riempiendo a metà la pentola. Quest’ultimo dovrebbe avere una capacità di 20 litri, si consiglia di riempirlo a metà. Quindi posizionare una ciotola di vetro sopra il liquido, facendolo galleggiare. Se la ciotola non galleggia, posiziona una griglia sul fondo della pentola e posiziona la ciotola sopra. Scaldare l’acqua a fuoco medio, facendo attenzione a non portarla a ebollizione. Poi crea la condensa capovolgendo il coperchio della tua pentola e riempiendola di cubetti di ghiaccio. I quadrati di ghiaccio creeranno uno shock termicocon il processo di evaporazione che porterà alla condensazione. L’acqua raccolta cadrà poi nella ciotola. Continua a scaldare la ciotola, guardando l’acqua in modo che non bolle. Indossa i guanti da forno, togli la pentola dal fuoco e rimuovi il coperchio. Recuperare la ciotola piena d’acqua e lasciare raffreddare in frigorifero prima di trasferire l’acqua in una bottiglia o in una caraffa di vetro. 

Possiamo consumare acqua distillata quotidianamente? 

Fare acqua distillata in casa è un processo relativamente semplice. Tuttavia, quest’acqua non dovrebbe essere consumata tutti i giorni. Non a caso, se quest’ultima è priva di calcare e residui chimici, è anche priva di tutti i minerali che sono presenti ad esempio nell’acqua di sorgente. Molti poi si chiedono se l’acqua distillata sia preferibile all’acqua di sorgente o addirittura all’acqua di mare: le acque minerali hanno proprietà interessanti, in particolare la loro ricchezza in magnesio e sodio. Conclusione: se  l’acqua ha molti benefici per la salute , è  consigliabile non bere sempre la stessa acqua, e di preferire l’acqua presente in contenitori di vetro, per non consumare quelle in bottiglia di plastica, che hanno un notevole impatto ecologico. 

Come usare l’acqua distillata? 

Utilizzata principalmente nel settore cosmetico, l’acqua distillata viene utilizzata per produrre acqua floreale di rose o nel processo di produzione di oli essenziali. Questi ultimi sono ottenuti per distillazione in corrente di vapore a bassa pressione. Puoi quindi integrarlo nella tua routine di bellezza usandolo per diluire le tue ricette naturali. È un ottimo trattamento che aiuta a purificare la pelle sensibile, grassa, mista e matura. Rinfrescante, puoi preparare un infuso e aggiungere la pianta che preferisci. Fiori d’arancio, rosmarino, camomilla, amamelide, fiordaliso, rosa damascena ecc. tante piante che permettono di ottenere una lozione tonica naturale. Grazie ai suoi principi attivi, questo struccante fatto in casa è adatto a tutti i tipi di pelle. Aiuta a purificare la pelle, combatte le imperfezioni e l’eccesso di sebo e ha proprietà lenitive. Puoi anche  preparare la tua acqua di rose a casa  con acqua distillata.