Press ESC to close

Consigli e metodi per pulire perfettamente la tua cappa da cucina, anche unta e polverosa!

Ci sono elementi più difficili di altri da pulire in una cucina. La cappa aspirante è una di queste. Tuttavia, è necessario rispettarlo di tanto in tanto, per mantenere una cucina sana e pulita, favorevole alla realizzazione di buoni pasti! La cappa è piena di angoli dove lo sporco – e soprattutto il grasso – si deposita lentamente ma inesorabilmente. Una corretta pulizia e manutenzione è essenziale per mantenere la cappa pulita e funzionale. Ti illuminiamo.

La cappa è diventata oggi un elemento indispensabile della cucina, poiché grazie alla sua aspirazione integrata, ci libera efficacemente da microparticelle di olio sospese nell’aria, fumo, vapore, ecc. Rimane comunque un elemento della cucina difficile da pulire. Finalmente… Non per molto, perché con i  consigli e i metodi  che vi daremo di seguito, riuscirete presto a pulire perfettamente la vostra cappa da cucina, anche unta e polverosa!

Pulisci la cappa della cucina

logo pinterest

Pulisci la cappa della cucina. Fonte: spm

Come pulisco efficacemente la mia cappa aspirante?

La pulizia della cappa viene eseguita in più fasi. Per questo avrai bisogno di quanto segue:

  • Diversi vecchi stracci o giornali,
  • Detersivo per piatti
  • aceto bianco
  • Uno smacchiatore in polvere versatile
  • Una spatola
  1. Copri l’intera superficie della tua stufa con giornali o vecchi stracci. In effetti, il processo di pulizia situato appena sopra di esso sarà potenzialmente estremamente disordinato. Rimuoverai un sacco di grasso, sporcizia e sporco, e sarebbe un peccato, sarai d’accordo, se tutto cadesse direttamente sulla tua stufa.
  1. Rimuovi il filtro dalla cappa e mettilo da parte per il momento. Prendi un flacone spray e riempilo di aceto bianco.
Pulire il filtro della cappa

logo pinterest

Pulire il filtro della cappa. Fonte: spm

  1. Spruzzare l’interno della cappa aspirante con l’aceto bianco. Non esitare a metterne molto, per una maggiore efficienza, soprattutto se trovi che il tuo cappuccio è davvero unto e polveroso. Lasciare agire per circa un’ora.
  1. Trascorso questo tempo, l’aceto bianco sarà ben penetrato nel grasso e nello sporco. I depositi potrebbero anche essere caduti sul giornale o sugli stracci che hai messo sul fornello per proteggerlo. In questo caso, pulisci l’area del tuo piano cottura per continuare a lavorare nel modo più pulito possibile. Ricordati di rinnovare il dispositivo di protezione della tua stufa.
  1. Mescolare un po’ di detersivo per piatti in acqua tiepida. Utilizzare questa soluzione per sgrassare a fondo l’interno della cappa. Insistere su aree molto oleose o sporche. Se hai un altro spruzzatore, usalo in questa fase, in modo da poter spruzzare la miscela di acqua e aceto bianco su tutta la superficie della parte inferiore della cappa e negli angoli più piccoli.
  1. Ora strofina la superficie con un panno asciutto e poi lascia che la cappa pulita finisca di asciugare all’aria. Fare quindi il punto sullo stato di pulizia della superficie lavata ed eventualmente ripetere l’operazione di sgrassaggio con detersivo per piatti. Facoltativamente, usa una spatola per rimuovere grasso e sporcizia ostinati.
  1. Passa ora alla manutenzione del filtro della tua cappa aspirante. Se questo filtro è in acciaio inossidabile , pulirlo con acqua molto calda e detersivo per piatti. Hai anche la possibilità di metterlo in lavastoviglie, per uno o due cicli, a seconda di quanto è sporco. Il nostro consiglio: cospargere il filtro con aceto bianco e optare per un ciclo forte a minimo 70°C.

Se utilizzi filtri monouso, ora è il momento di cambiarlo. Ti consigliamo di avere sempre un filtro di scorta in anticipo.

Perfetta la pulizia della cappa della cucina

logo pinterest

Completa la pulizia della cappa della cucina. Fonte: spm

  1. Ora potrai passare alla conclusione della pulizia della tua cappa da cucina. Una volta riposizionate tutte le parti, pulire le superfici esterne della cappa. Prima con una miscela di detersivo per piatti e acqua calda, poi con una miscela di acqua e aceto bianco per lucidare il tutto. Se la tua cappa è in acciaio inossidabile , ecco il nostro consiglio. Prendi un panno in microfibra e una piccola quantità di cera d’api. Fai dei movimenti circolari su tutto il corpo della tua cappa aspirante. Ritroverà tutto il suo splendore in pochi istanti!

Hai ormai completato la delicata operazione della  tua cappa unta e polverosa  . Allegria ! Tieni presente che una cappa è sempre più efficiente e consuma meno energia quando è perfettamente pulita. Inoltre, pianifica una pulizia come quella che raccomandiamo qui circa una volta ogni due mesi. Se non ricordi l’ultima volta che hai pulito a fondo la tua cappa aspirante, ecco un suggerimento molto efficace. Avvia la tua cappa a piena potenza e posiziona un foglio di carta assorbente o un fazzoletto sopra il filtro. Se quella carta cade, è ora di pulire la tua cappa, perché non funziona più bene!