I pannelli solari sono spesso esposti alle intemperie. Lo sporco di ogni tipo può accumularsi sulla superficie e portare a un calo delle prestazioni. È quindi importante mantenerli regolarmente per garantirne l’efficacia. Ti diamo in questo articolo il modo più sicuro ed efficace per raggiungere questo obiettivo.

L’impianto solare fotovoltaico è una tecnologia ad energia rinnovabile che  trasforma l’energia del sole  in energia elettrica utilizzando i cosiddetti pannelli fotovoltaici “solari”. Quando si sporcano, possono perdere fino al 7% della loro efficacia. Sebbene relativamente bassa, questa cifra non dovrebbe essere ignorata.

Quale pulizia va privilegiata per un funzionamento ottimale dei pannelli solari?

Che si tratti di pannelli termici o fotovoltaici, la manutenzione rimane la stessa. Anche i pannelli ibridi ad acqua e i pannelli aerovoltaici possono essere puliti allo stesso modo. Tuttavia, per i centrali spesso posti in altezza, bisogna prendere preventivamente alcuni accorgimenti.

  • Pulire i pannelli solari con acqua demineralizzata

Pulizia dei pannelli solari

logo pinterest

Pulizia dei pannelli solari. Fonte: spm

Per pulire a fondo i pannelli solari non è necessario ricorrere a misure drastiche. Ti servirà solo una scopa telescopica, acqua tiepida demineralizzata e un panno morbido. Il primo strumento ti aiuterà a raggiungere più facilmente i pannelli più alti. Se i pannelli sono di difficile accesso, è meglio rivolgersi a un professionista. Utilizzare acqua demineralizzata per pulire la superficie del pannello utilizzando una spazzola telescopica o un panno morbido inumidito.  Si noti che l’acqua utilizzata  non deve essere troppo calcarea  per  evitare che  lasci  uno  strato bianco sulla superficie dei pannelli. Non esitate a optare per acqua tiepida per limitare il rischio di shock termico con la superficie del pannello. Attenzione, infine, a non calpestare mai le lastre, o ad utilizzare altri strumenti che potrebbero causare crepe nel vetro. Infine, mai usare acqua in pressione, la sua potenza potrebbe anche danneggiare la superficie del vetro.

Perché i pannelli si sporcano velocemente?

Diversi fattori possono essere alla base dello sporco dei pannelli solari. Dipende principalmente dall’area geografica del tuo luogo di residenza. Lo sporco sotto forma di particelle fini e la CO2 dovuta all’inquinamento quotidiano sono i principali fattori di riduzione delle prestazioni dei pannelli solari nelle aree urbane.  Nelle aree agricole, è più polvere e vari pollini. In riva al mare, il sale e la sabbia possono col tempo formare uno strato e impedire ai raggi del sole di raggiungere i pannelli. Il vento del Sahara, detto anche scirocco, può anche essere responsabile del deposito di una grande quantità di sabbia sui pannelli. Questo fenomeno può avere ripercussioni anche sull’agricoltura locale, che interessa frequentemente il sud della Francia.

Con che frequenza devono essere puliti i pannelli solari?

Come avrai capito, i pannelli solari tendono a sporcarsi più o meno velocemente a seconda di dove vivi. Per prolungarne la durata e preservarne le prestazioni, è consigliabile seguire alcuni consigli di manutenzione.

  • Controlla regolarmente i tuoi pannelli solari

pannello solare polveroso

logo pinterest

Pannello solare polveroso. Fonte: spm

Un po’ di sporco può accumularsi rapidamente sulla superficie dei pannelli solari. Per individuare una quantità significativa di polvere, sabbia o foglie morte, è sufficiente dare un’occhiata di tanto in tanto alle vostre installazioni. C’è anche un altro modo per sapere se i pannelli necessitano di pulizia: controllare la produzione di elettricità. Se quest’ultimo sta cadendo, potrebbe significare che i pannelli devono essere puliti rapidamente.

  • Pulisci i pannelli solari almeno due volte all’anno

Si consiglia di pulire i pannelli solari almeno due volte all’anno. Questa operazione può quindi essere effettuata in primavera, periodo favorevole per il deposito del polline, e in autunno, per eliminare le foglie morte che si depositano in gran quantità sul tetto delle abitazioni.  Procedendo in questo modo si preserva la pulizia dei pannelli per l’estate, stagione in cui la produzione è massima, e per l’inverno, periodo in cui il sole è sempre più raro.  L’inverter, componente essenziale dei quadri, deve essere spolverato almeno una volta all’anno.

  • Scegliere il momento perfetto per pulire i pannelli solari

Pulizia di un impianto solare

logo pinterest

Pulizia di un impianto solare. Fonte: spm

Il momento migliore per pulire i pannelli solari è la mattina. Il calore che si accumula durante la giornata  può infatti rendere la superficie del pannello molto calda o addirittura rovente, nel tardo pomeriggio o in prima serata. Per questo è consigliabile evitare questo momento della giornata, che potrebbe anche aumentare il rischio di sbalzi termici dovuti alla temperatura dell’acqua utilizzata.

I pannelli solari richiedono un’attenta manutenzione oltre a un’accurata pulizia. Quest’ultimo garantirà il corretto funzionamento di questi impianti, in particolare dell’inverter e dei moduli.