Press ESC to close

5 consigli per pulire gli strofinacci da cucina

Utilizzati per asciugare i piatti, pulire le mani o pulire alcune superfici della cucina, gli strofinacci da cucina si macchiano rapidamente e diventano un vero e proprio terreno fertile per i germi. Fortunatamente, ci sono prodotti che ti aiuteranno a pulirli e sbiancarli. Ve lo raccontiamo noi.

Quando si puliscono gli schizzi di cottura o altro sporco, gli strofinacci da cucina si impregnano rapidamente di tracce di olio e grasso. Per questo motivo, si consiglia di utilizzare diversi strofinacci in cucina: uno per asciugarsi le mani, un altro per i piatti e un terzo per pulire il bancone della cucina. In questo modo, si sporcheranno meno rapidamente.

Come si puliscono e si candeggiano gli strofinacci da cucina?

C’è un modo inaspettato per pulire gli strofinacci da cucina sporchi. È un’alternativa efficace al normale detersivo per bucato e può essere utilizzato durante un normale ciclo di lavaggio.

  • Pastiglie per lavastoviglie

Pastiglie per lavastoviglie

Mettere una pastiglia per lavastoviglie in lavatrice può essere una buona idea per pulire il tuo elettrodomestico. Tuttavia, può anche avere un uso completamente diverso quando si tratta di cura del bucato. È del tutto possibile usarlo per pulire gli strofinacci da cucina, che sono sporchi e macchiati di grasso. Per fare ciò, è sufficiente sostituire il normale detersivo con una pastiglia e avviare la macchina. Tuttavia, si consiglia di impostare l’apparecchio sul programma Cotone a una temperatura di 90 gradi per eliminare tutti i batteri. Si noti che la compressa può essere posizionata direttamente all’interno del cestello prima di iniziare il lavaggio. Se non vuoi lavare in lavatrice gli strofinacci, immergili in una bacinella di acqua calda con detersivo per lavastoviglie.

Come le pastiglie per lavastoviglie,  ci sono altri modi  per ravvivare gli strofinacci da cucina e farli sembrare di nuovo luminosi. Come regola generale, uno strofinaccio dovrebbe essere cambiato ogni 2 giorni. La frequenza di pulizia dipende in gran parte dalla frequenza di utilizzo.

  • Sapone di Marsiglia

Sapone di Marsiglia

Per rimuovere le macchie di grasso da uno strofinaccio da cucina, è possibile utilizzare il sapone di Marsiglia. Questo prodotto naturale ed economico rimuove efficacemente lo sporco dai tessuti. Basta bagnare l’asciugamano e poi strofinare l’area macchiata con questo prodotto. Si consiglia quindi di lasciarlo in posa per circa trenta minuti prima di strofinare nuovamente e risciacquare con acqua pulita.

  • Acqua calda + bicarbonato di sodio

Nel caso in cui il sapone di Marsiglia da solo non sia sufficiente, completare il lavaggio immergendo lo strofinaccio ingiallito in una miscela di acqua calda e bicarbonato di sodio. Questa polvere bianca avrà un effetto sgrassante e sbiancante sui tessuti da pulire. Lasciare agire la soluzione per un’ora prima di strofinare a mano. Per un risultato impeccabile, è possibile completare il lavaggio in lavatrice.

  • Cristalli di soda

Cristalli di soda

Se gli strofinacci da cucina sono molto sporchi, è possibile immergerli in una bacinella di acqua tiepida mescolata con cristalli di soda. Questo prodotto, noto per le sue proprietà lavanti, sbiancanti e disinfettanti, darà una seconda vita agli strofinacci ingialliti e ti aiuterà a neutralizzare i cattivi odori sui tessuti. Lasciate riposare per un’ora e poi strofinateli a mano prima di metterli in lavatrice.

  • Perossido di idrogeno

Quest’ultimo consiglio è quello di utilizzare l’acqua ossigenata per pulire e candeggiare la biancheria da cucina. Basta versare una quantità uguale di acqua e perossido di idrogeno nella bacinella. Quindi immergere il panno e lasciarlo in posa per circa 30 minuti prima di risciacquare.

Lavare gli stracci da cucina può essere un vero e proprio lavoro ingrato. Il segreto è prelavarli con soluzioni naturali ed efficaci prima  di metterli in lavatrice. Per conservarli al meglio, devi assicurarti di mantenere pulita la tua cucina in modo che non catturino odori e umidità e di asciugarli bene tra un utilizzo e l’altro.