Press ESC to close

Scopri come pulire i fornelli con mezzo limone

La stufa, sia elettrica che a gas, necessita di una regolare manutenzione. Infatti, durante la cottura, gli schizzi di grasso e le pentole traboccanti macchiano il piano di cottura ei bruciatori, e quindi rendono la cucina in cattive condizioni. Per la manutenzione delle apparecchiature domestiche, puoi utilizzare ingredienti naturali. Scopri come pulire i fornelli con mezzo limone.

La cucina necessita di una regolare manutenzione per pulirla da schizzi di grasso e residui di cibo. In caso contrario, queste macchie potrebbero indurirsi e quindi diventare difficili da pulire.

Pulire il fornello con mezzo limone?

Limone da pulire.

logo pinterest

Limone da pulire. Fonte: spm

Grazie all’acido citrico che contiene, il limone è efficace  nel disinfettare e sgrassare le superfici,  oltre a rimuovere le macchie ostinate. Per fare questo, cospargi un po ‘di sale fino sul fuoco del fornello e usa mezzo limone per strofinarlo. Lasciare agire dai 5 ai 10 minuti e risciacquare la piastra con un panno in microfibra umido. Si noti che il sale ha un effetto abrasivo che facilita  la rimozione dello sporco.

Nota che puoi usare il limone per pulire la griglia e i bruciatori. Per fare questo, immergili in acqua calda con succo di limone e lasciali per 30 minuti. Quindi strofinare la griglia e i bruciatori con una spugna, sciacquarli e poi asciugarli accuratamente prima di rimetterli a posto.

Altri consigli per la pulizia della stufa

Per pulire efficacemente la stufa e rimuovere le macchie di grasso, sono possibili altri prodotti per la casa, oltre al limone.

Pulisci la stufa

logo pinterest

Pulisci la stufa. Fonte: spm

  • Bicarbonato di sodio per pulire la stufa

Il bicarbonato di sodio è un  prodotto domestico efficace per pulire le superfici  e rimuovere le macchie. Per farlo basta versare un po’ di bicarbonato di sodio sul piano cottura e strofinare con una spugna in microfibra umida, dalla parte morbida,  in modo da non graffiare la superficie del piano cottura.  Quindi risciacquare con un panno pulito e leggermente inumidito.

Per evitare l’accumulo di sporco sulla stufa, si consiglia di pulire il piano cottura  dopo ogni utilizzo,  con una spugna imbevuta di una miscela di bicarbonato e acqua calda.

  • Acqua saponata per sbloccare il fornello

Per pulire a fondo il fornello non basta sgrassare la piastra, ma bisogna  pulire anche il braciere e i bruciatori . Per fare questo, riempi una bacinella con acqua calda e qualche goccia di detersivo per piatti  e immergi la griglia  Quindi strofinare con una spugna per rimuovere lo sporco incrostato. Per sgrassare efficacemente i bruciatori,  immergerli in una bacinella contenente acqua bollente addizionata di sapone di Marsiglia. Lasciare agire per almeno due ore, o tutta la notte  se i bruciatori sono molto sporchi, e poi strofinare con una spugnetta o con un vecchio spazzolino da denti, per essere sicuri di pulire ogni angolo. Risciacquare quindi i bruciatori e asciugarli bene prima di rimetterli a posto. Nota che puoi sostituire il sapone di Marsiglia con il sapone nero, anch’esso un prodotto naturale biodegradabile,  efficace per rimuovere le macchie di grasso.

  • Aceto bianco per sgrassare la stufa

L’aceto bianco è un prodotto multiuso, molto apprezzato nella pulizia della casa. Questo smacchiatore naturale è efficace nello sgrassaggio e nella disinfezione delle superfici. Per fare questo spruzzate l’aceto bianco sulla superficie del fornello e lasciatelo agire per 20 minuti. Quindi strofinare con una spugna sulla parte morbida, risciacquare e poi asciugare.

L’aceto bianco può essere utilizzato anche  per pulire le griglie. Per fare questo, versa un po ‘di aceto bianco in una bacinella di acqua calda e immergici la griglia. Se è molto sporco,  puoi aggiungere una manciata di sale grosso  , efficace anche contro le macchie di unto.