Press ESC to close

Ecco le 3 migliori piante da appartamento per eliminare la polvere e aiutare a mantenere pulita la casa.

Utili per decorare la casa, le piante verdi da interno hanno molti vantaggi. Sono efficaci nel mantenere pulita l’aria circostante. Alcune piante disinquinanti purificano l’aria interna, mentre altre riescono a trattenere la polvere grazie al loro fogliame. Dai un’occhiata a queste 3 piante da interno che eliminano la polvere e aiutano a mantenere pulita la tua casa.

Alcune piante d’appartamento hanno proprietà disinquinanti, ma anche di rimozione della polvere. Il loro fogliame è efficace nell’intrappolare la polvere nell’aria.

Quali sono le 3 piante che tolgono la polvere dalla casa?

  • La pianta della gomma

pianta di gomma

logo pinterest

Ficus elastica – Fonte: spm

L’albero della gomma, chiamato anche caucciù o ficus elastica è una pianta perenne, con foglie sempreverdi, della famiglia delle Moraceae. La gomma è una pianta disinquinante che  purifica l’aria dalla formaldeide  , tra l’altro, da colle, vernici e isolanti. Inoltre, i grandi fogli di gomma aiutano  a trattenere le particelle di polvere in sospensione.  Pulisci spesso il fogliame con un panno in microfibra inumidito, per aumentare l’azione spolverante della tua pianta.

Per prenderti cura della tua pianta, posizionala in una stanza luminosa, ma  evita l’esposizione alla luce solare diretta e prediligi la mezz’ombra. Il Ficus elastica è una pianta tropicale che ama il caldo e l’umidità. Ha bisogno di una temperatura compresa tra 15 e 25°C e  nebulizzare regolarmente il fogliame.  Per quanto riguarda le annaffiature,  innaffia il terreno non appena diventa asciutto,  ma senza eccessi. Preferire acqua non calcarea,  a temperatura ambiente.

Se il tuo albero della gomma perde le foglie, potrebbe essere dovuto a mancanza di luce, irrigazione insufficiente o persino radici inzuppate d’acqua. L’albero della gomma può anche essere attaccato da parassiti. Se noti  segni bianchi sul fogliame,  significa che la tua pianta è stata infestata da cocciniglie. Se le foglie ingialliscono, significa che la gomma è stata attaccata dai ragnetti rossi.

  • La pianta ragno

pianta ragno

logo pinterest

La pianta ragno – Fonte: spm

Il chlorophytum o pianta ragno è una pianta perenne, originaria del Sudafrica. Questa pianta della famiglia delle agavaceae  è robusta e di facile manutenzione.  È efficace nell’eliminare le tossine domestiche come toluene, benzene, monossido di carbonio, xilene e persino formaldeide. Sebbene il clorofito non abbia foglie larghe come la gomma, può intrappolare la polvere  con il suo fogliame denso e agglomerato.

La pianta ragno apprezza un’esposizione all’ombra parziale. Predilige terreni neutri, drenati e argillosi o ricchi di humus. Per quanto riguarda l’irrigazione, la pianta ragno apprezza il terreno leggermente umido. In effetti, un’annaffiatura eccessiva  può far marcire le radici e uccidere la pianta.  Dopo ogni annaffiatura eliminare l’acqua stagnante nel sottovaso o nel cache-pot. Inoltre, prediligi l’acqua di sorgente non calcarea e nebulizza regolarmente il fogliame. Il clorofito ha infatti bisogno di umidità. Le punte delle sue foglie  possono diventare marroni se l’aria è secca.

Fertilizza la tua pianta durante il periodo di crescita  con un fertilizzante liquido, e rinvasala  non appena le sue radici superano le dimensioni del vaso.

La pianta ragno è generalmente resistente, ma può essere attaccata da afidi, mosche bianche e acari. In caso di infestazione è sufficiente sciacquare la pianta con acqua.

  • Edera, la pianta del fogliame decorativo

Edera

logo pinterest

Edera – Fonte: spm

L’edera è una pianta perenne sempreverde. Il suo fogliame decorativo può essere strisciante o rampicante. Questo vitigno resistente e rustico  sopporta il gelo e il freddo.  Grazie alla sua azione purificante, l’edera rimuove dall’aria le tossine, come il monossido di carbonio  prodotto dagli apparecchi di riscaldamento.  Inoltre, tutte le varietà di edera hanno la capacità di  raccogliere la polvere in sospensione.

L’edera è facile da curare e non ha bisogno di molte cure. Si accontenta di poche annaffiature durante la sua crescita e in inverno  non ha bisogno di essere annaffiato.  L’edera, invece, ama l’umidità. Aggiungi pacciame al terreno in primavera per mantenere il terreno umido. Fertilizza la tua pianta ogni 15 giorni, con un fertilizzante liquido,  durante il suo periodo di crescita vegetativa.  Inoltre, ricorda di rinvasare le giovani piante ogni anno.

Queste piante verdi da interno facili da curare non solo purificheranno l’aria circostante, ma elimineranno anche la polvere nell’aria.