Uno dei tipi più comuni di substrato per le orchidee è la corteccia degli alberi. Può essere raccolto e preparato manualmente, senza spendere troppi soldi nei negozi. Affinché la corteccia sia adatta al cento per cento per piantare orchidee, dovrai fare un po’ di lavoro nella fase della sua preparazione. Ma il lato positivo è che puoi preparare la corteccia da qualsiasi pezzo di legno desiderato.

Quindi non sorprenderti, ma questo dovrà essere bollito. Quello che resta da sapere è come farlo nel modo più corretto.

Una corteccia eccessivamente sottile non è adatta e, idealmente, lo spessore e la larghezza dei pezzi non dovrebbero essere inferiori a 2,5 cm. Una delle più indicate è la corteccia di conifere, i cui residui di resina sono un antisettico naturale e proteggono il legno da varie malattie fungine. Può essere raccolto da ceppi o tronchi d’albero. Anche per questo scopo si possono usare trucioli o pezzi di legno, che molte persone usano per il fuoco.

Dopo aver selezionato la giusta quantità di corteccia, strapparla in modo che i pezzi si adattino perfettamente alla pentola. Si consiglia inoltre di allargarlo in anticipo per eliminare lo sporco in eccesso ed “evacuare” gli ex occupanti. Posiziona la corteccia nel modo più compatto possibile nel contenitore scelto.

Metti sopra un mattone in modo che non galleggi durante la cottura. Versa l’acqua in modo da coprirlo, il che è molto importante. Mettete la pentola sul fuoco, portate a bollore l’acqua e continuate la cottura per un’altra ora a fuoco medio. Durante questo periodo, la corteccia emetterà resina in eccesso. Inoltre, un lungo trattamento termico lo renderà in grado di assorbire bene l’umidità e di restituirla gradualmente durante l’ulteriore utilizzo.

Togliete la pentola dal fuoco e lasciatela raffreddare, quindi separate i pezzi duri da quelli morbidi in eccesso.

Dividi la corteccia in pezzi della dimensione desiderata e nel modo più comodo per te.

In caso di necessità, è possibile rimuovere il muschio dall’esterno e raschiare via il legno ammorbidito dall’interno. Non resta che lasciarlo asciugare e utilizzarlo per piantare orchidee secondo necessità.

La resa approssimativa della corteccia per piantare orchidee è 1:2.

Buon lavoro!