Press ESC to close

Come si pulisce un lavello in acciaio inossidabile? I nostri 5 consigli

In ogni cucina, il lavello rimane un elemento fondamentale. La sua igiene dovrebbe essere impeccabile poiché vari utensili, soprattutto quelli che non possono essere lavati in lavastoviglie, passano attraverso di esso. È quindi fondamentale disinfettarlo frequentemente in maniera attenta e meticolosa per eliminare eventuali batteri che vi si diffondono. Dai un’occhiata ai nostri consigli!

Come si pulisce un lavello in acciaio inossidabile?

Eleganti, funzionali ed esteticamente gradevoli, i lavelli in acciaio inossidabile sono popolari in molte case. Questo nonostante il fatto che richiedano uno sforzo maggiore per essere puliti correttamente. Niente più stanchezza! Con questa nuova routine di pulizia, rimuoverai rapidamente le macchie di grasso e calcare per riportare il tuo lavandino alla sua lucentezza originale.

1. WD-40

Un lubrificante WD-40

La soluzione al tuo problema non è altro che il famoso “WD-40”. Un aerosol multiuso che ogni buon fai-da-te ha in casa. Questo prodotto versatile è un vaporizzatore per tutti i terreni che protegge vari materiali dalla corrosione e dalla ruggine. Ma è anche rinomato per la pulizia di più superfici in scala.

Come fare?

  1. Tutto quello che devi fare è spruzzare abbastanza su tutto il lavandino.
  2. Attendere qualche minuto affinché il prodotto funzioni.
  3. Quindi, pulire la superficie con una spugna.
  4. Infine, risciacquare bene il lavandino e pulirlo con un panno pulito.

2. Bicarbonato di sodio

Versare il bicarbonato di sodio

Un altro prodotto popolare in casa, il bicarbonato di sodio è una polvere “miracolosa” nota per pulire, colorare, sbiancare e deodorare varie superfici. La sua texture granulare lo rende l’alleato perfetto quando si tratta di disincrostare e rimuovere i depositi di calcare che aderiscono ai materiali, tra cui l’acciaio inox, che non saranno intaccati dalla sua azione.

Come fare?

  1. Per usarlo sul lavandino, devi prima pulirlo con una miscela di acqua e detersivo per piatti.
  2. Quindi,  cospargi un po’ di bicarbonato di sodio su tutta la superficie, versandone una quantità leggermente maggiore nelle aree macchiate.
  3. In questo caso, aggiungi anche qualche goccia d’acqua. Lascia riposare per un po’.
  4. Quindi, prendi una spugna morbida (o una spugna abrasiva), inumidiscila sotto il rubinetto e pulisci accuratamente l’interno del lavandino.
  5. Infine, rimuovere eventuali residui dal bicarbonato di sodio facendo scorrere abbondante acqua tiepida e asciugare con un panno in microfibra.

3. Aceto bianco e limone

L’aceto bianco e il succo di limone formano un potente tandem quando si tratta di pulire un lavello in acciaio inossidabile. Ciò assicurerà che tutto lo sporco sia bandito e che tu abbia una lucentezza extra. Questo rimedio è consigliato anche per la pulizia periodica.

Il tuo lavello ha una patina che ne riduce la lucentezza (grasso impercettibile ma molto presente) o rivela brutte macchie di calcare sullo scarico? Stai tranquillo, aceto e limone sono i migliori detergenti per alleviare questo problema.

Come fare?

  1. Per prima cosa pulisci il lavandino manualmente con detersivo per piatti e risciacqua bene con acqua.
  2. Quindi, immergi una spugna in una soluzione di aceto bianco e succo di limone (stessa quantità).
  3. Quindi, passalo delicatamente su tutta la superficie e lascialo in posa per circa quindici minuti.
  4. Bagnare nuovamente la spugna e strofinare l’area senza troppa pressione per evitare graffi.
  5. Infine, risciacquare abbondantemente con acqua.

4. Patata

Patate alla piastra

Per eliminare le macchie ostinate senza danneggiare la superficie del  lavello in acciaio inox,  questo trucco semplice ed economico è pratico. Le nostre nonne lo usavano spesso anche per ritrovare la lucentezza perduta. Può sembrarti insolito, ma usare le patate può portare risultati soddisfacenti! L’applicazione è semplice, basta seguire i passaggi seguenti.

Come fare?

  1. Inumidisci una spugna e immergila con qualche goccia di sapone liquido, quindi pulisci l’intero lavandino, prima di risciacquare con acqua tiepida.
  2. Quindi, prendi una patata grande e tagliala a metà (non c’è bisogno di rimuovere la buccia).
  3. Passatene una metà su tutta la superficie del lavello in acciaio inox, premendo energicamente, poiché la patata è piuttosto dura.
  4. Lasciare in posa per qualche minuto, quindi risciacquare abbondantemente con acqua tiepida.
  5. Per terminare la pulizia, asciugare il lavello strofinandolo delicatamente con un panno in microfibra.

5. Farina

Infine, per chi non lo sapesse, la farina non è utile solo per preparare deliziose ricette culinarie. Fungerà anche da ottimo detergente per il tuo lavello in acciaio inossidabile, soprattutto se aderisce a grasso o sporco nelle aree di scarico, scarico o rubinetto.

Come fare?

  1. Lavare il lavandino imbevendo una spugna con acqua e sapone liquido per rimuovere eventuali piccole particelle di cibo.
  2. Asciugare tamponando con un canovaccio pulito e asciutto, quindi stendere una piccola quantità di farina su tutta la superficie.
  3. Quindi, con un panno in microfibra asciutto, strofinare delicatamente l’intera superficie con movimenti circolari sulla farina (senza esercitare troppa pressione).
  4. Infine, togliete la farina con lo stesso panno (senza usare acqua). Una volta rimossi tutti i residui, aprire il rubinetto e far scorrere l’acqua per qualche minuto. La farina assorbirà perfettamente lo sporco e soprattutto le macchie di grasso incorporate.