Stai pensando di lasciare la tua casa per una vacanza e sei preoccupato di lasciare le tue piante incustodite? Ci sono alcuni consigli semplici e pratici che assicurano una cura permanente delle piante ovunque tu sia. Scopri alcuni metodi che li proteggeranno a lungo dall’inaridimento.

A volte lasciamo la nostra casa per qualche giorno, lasciando dietro di noi le nostre bellissime piante d’appartamento. Con una buona manutenzione preliminare, questi hanno maggiori possibilità di resistere fino al nostro ritorno. Alcune tecniche di irrigazione come l’irrigazione a goccia creano un ambiente umido per le piante, che le mantiene irrigate per lunghi periodi di tempo.

Quindi, come innaffi le tue piante quando non sei a casa?

Per creare un ambiente di vita piacevole, nei nostri interni vengono coltivati ​​alcuni fiori o piante per dare più calore alla nostra casa. Con un piccolo tocco floreale, puoi trasformare il tuo angusto appartamento in un luogo piacevole in cui vivere. Quando viaggiamo, alcune piante appassiscono o muoiono prima ancora del nostro ritorno. Per evitare questo tipo di situazione, adotta queste poche tecniche.

Usa una corda per annaffiare le tue piante

irrigazione con corda

logo pinterest

Irrigazione con corda – Fonte: spm

A differenza delle piante che possono rimanere senza acqua per diversi giorni, altre necessitano  di molta più manutenzione. Per mantenere un livello di umidità sufficiente per la tua pianta in vaso, avrai bisogno di un contenitore d’acqua come un vaso decorativo o un secchio di plastica. Intingeteci il vostro cordoncino di cotone, che avrete tagliato con cura e inserito nel vostro vaso. Spingi delicatamente la corda in pochi centimetri per non danneggiare le radici della tua pianta. Successivamente, cospargere la corda con terriccio. Risultato: un sistema capillare prenderà forma e permetterà all’acqua di salire attraverso la corda per innaffiare goccia a goccia i tuoi fiori. È un classico sistema di irrigazione che permetterà all’acqua di penetrare nel terreno per lasciarlo umido. Anche le palle di argilla fanno miracoli. Ricchi di minerali, permettono sia di nutrire la tua pianta sia di immagazzinare e recuperare l’acqua in modo permanente.

Innaffia le tue piante

irrigazione a goccia

logo pinterest

Irrigazione a goccia – Fonte: spm

L’altro  trucco per nutrire bene la tua pianta  è il gocciolamento. Una tecnica di irrigazione passiva che puoi creare tu stesso. Ciò consiste nel lasciare la tua pianta ben irrigata per giorni o addirittura settimane. Per far funzionare questo sistema, avrai bisogno di una bottiglia di plastica che deve essere forata con un ago nella parte superiore. Il giorno della tua partenza, tutto ciò che devi fare è innaffiare i tuoi fiori come al solito e riempire la bottiglia con acqua a sufficienza per poi rimetterla velocemente a terra. I piccoli fori nella bottiglia lasciano filtrare gradualmente l’acqua nel terreno. Con questo sistema di irrigazione permanente, la tua pianta rimarrà in condizioni di vita confortevoli.

Fai un bagno alle tue piante!

inzuppare

logo pinterest

Bacino – Fonte: spm

Prima di partire, puoi riempire la vasca o il lavandino in cucina o in bagno con pochi centimetri d’acqua. Il vostro vaso già forato alla base riceverà una quantità d’acqua che nutrirà il terreno della pianta. In questo modo, il tuo vaso di fiori riceverà la quantità d’acqua necessaria per diversi giorni. Sul mercato sono disponibili vasi da fiori che producono lo stesso effetto. Hanno un doppio fondo che funge da serbatoio d’acqua integrato. Puoi  anche usare l’acqua gelificata , un’opzione non trascurabile. Inserendolo nel terreno, il sacchetto che dura circa un mese si trasformerà gradualmente in acqua e innaffierà la tua pianta.

Optate per la serra in plastica, un consiglio per annaffiare le piante

serra di plastica

logo pinterest

Serra in plastica – Fonte: spm

Se volete garantire una buona salute alle vostre piante, munitevi di un sacchetto di plastica con cui ricoprirete il vostro vaso di fiori. Prenditi il ​​tempo per innaffiare prima la tua pianta usando una delle tecniche menzionate in precedenza e poi coprila. Assicurati che il sacchetto non sia troppo stretto o rischi di schiacciare le foglie. Questa tecnica richiede che le piante siano poste all’ombra dalla luce solare diretta. L’aria nella borsa può riscaldarsi con il sole e uccidere la tua pianta.

Avrete così anticipato bene la vostra partenza. L’umidità nel terreno della tua pianta annaffiata evaporerà e quindi formerà gocce d’acqua sulla plastica. Poi ricadranno sulla tua pianta.

Attenzione :

Affinché queste tecniche di irrigazione funzionino, non devi trascurare la manutenzione generale della tua pianta. Puliscilo estraendo foglie o fiori appassiti ed eventuali erbacce. Inoltre alcune piante hanno bisogno di luce per sopravvivere, in questo caso privilegiate gli angoli luminosi della vostra casa.

Per fornire condizioni di sopravvivenza ideali per le tue piante d’appartamento quando vai in vacanza, segui queste poche tecniche e i tuoi fiori non soffriranno della tua assenza!