Ci sono diverse regole importanti, che devono essere seguite per ottenere talee di geranio sane e forti durante l’autunno. Discuteremo ciascuno di essi in dettaglio!

1. SCELTA E RACCOLTA DELLE TALEE

Durante le talee primaverili dei gerani, puoi usare qualsiasi stelo di gerani. E le talee raccolte in autunno dovrebbero essere più spesse, più corte e avere uno stelo floreale: sono adatte sia le talee di cespugli giovani che vecchi.

Tagliare le talee con l’aiuto di forbici affilate e decontaminate. Quando si ottiene ciò, assicurarsi che le talee abbiano un bocciolo di crescita nella sua parte inferiore, dal cui livello cresceranno le radici: dalle gemme di crescita si sviluppano rami laterali, che è necessario strappare dalle talee, nudare le gemme in questo modo. Quindi rimuovere il gambo floreale e le foglie inferiori da ogni talea, lasciando solo 3-4 foglie in cima.

Nel caso, se le future talee provengono da un ramo leggermente lignificato, puoi tagliarlo più a lungo.

2. TERRENO

Il terreno deve essere povero e leggero. Preparalo dal terreno del giardino e dalla sabbia, in un rapporto di 3:1 o 1:1. La seconda opzione è migliore, ma abbiamo usato la prima opzione, perché volevamo fornire i nutrienti necessari per le talee fino alla loro semina finale. Se hai tempo di occuparti del loro reimpianto subito dopo la radicazione, usa la prima variante del substrato.

Aggiungere necessariamente anche cenere di legno al substrato: un cucchiaio per 1 litro o un bicchiere a un secchio di terra combinato con sabbia.

Prima di piantare, immergere la base di ogni talea nella cenere di legno. Li abbiamo piantati in baccelli di plastica, in cui abbiamo aggiunto 150 ml di substrato.

Se non hai la possibilità di preparare un tale substrato, usa il substrato universale per piantine, combinandolo con il substrato in fibra di cocco. Ma in questo caso, riduci la quantità di substrato, riempiendo i baccelli solo della metà. Quando infili le talee nel substrato, toccheranno il fondo dei bushel.

Dopo la semina, annaffia un po’ le talee e premi delicatamente il loro terreno (ma senza compattarlo eccessivamente), in modo che siano più stabili.

3. IRRIGAZIONE

L’irrigazione delle talee piantate dovrebbe essere moderata. Dopo che sono cresciuti un po’, inizia ad annaffiarli dal basso, cioè versa l’acqua nei sottovasi o sul vassoio, su cui si trovano i baccelli.

L’acqua per l’irrigazione deve essere calda (25-30°C).

4. PROTEZIONE DELLE TALEE

Spesso le talee di geranio sono colpite da funghi, con conseguente malattia chiamata annerimento e marciume delle talee. Appare nel luogo in cui il gambo delle talee entra in contatto con il terreno umido.

Per prevenire la malattia, cospargere un po’ di sabbia asciutta alla base delle talee (si asciuga più velocemente del terreno) e versare acqua sui bordi dei baccelli, in modo da non toccare gli steli con essa.

5. CALORE

Le talee dovrebbero attecchire in un luogo caldo (la temperatura ottimale è di 25°C) – nelle prime 2 settimane. Se la temperatura nella stanza è inferiore a 23°C, riscaldare il fondo del vassoio su cui si trovano le talee con qualcosa o posizionare una fonte di calore vicino ad esse.

Buon giardinaggio!