Press ESC to close

12 trucchi intelligenti per lavare i piatti 3 volte più velocemente

Sebbene lavare i piatti sia tutt’altro che un compito su cui siamo tutti d’accordo, può essere reso più semplice in più di un modo. Infatti, grazie a un certo numero di consigli utili, puoi rendere più facile, veloce e piacevole questo lavoro che molti di noi vivono come un calvario.

Il compito sembra tanto più repellente quando hai davanti a te un accumulo di piatti nel lavandino, che aspettano solo che la tua pazienza venga lavata. Non importa, ecco  12 suggerimenti per rendere questo compito più piacevole.

1. Metti i piatti in contenitori diversi

piatti contenitore

logo pinterest

Accumulo di piatti – Fonte: spm

Invece di mettere piatti, piatti, bicchieri e posate direttamente nel lavello, mettili in contenitori di plastica separati all’interno del lavello. Guadagni quindi  in spazio e facilità di pulizia.

2. Proteggi le tue mani

proteggi le tue mani

logo pinterest

Guanti per lavare i piatti – Fonte: spm

Per evitare di avere le mani danneggiate, indossare i guanti è un must. Se non ti piace l’odore di questi, cospargili di bicarbonato di sodio prima di ogni utilizzo.

3. Usa spicchi di limone

pezzi di limoni

logo pinterest

Vassoio per cubetti di ghiaccio e limoni – Fonte: rolloid

Per sfruttare le proprietà abrasive e deodoranti del limone, riempi una vaschetta per i cubetti di ghiaccio con acqua e pezzetti di limone, quindi gettali nel lavandino. Lo sporco e il cattivo odore spariranno molto più facilmente. Il limone è anche un ottimo smacchiatore.

4. Usa le griglie

griglie

logo pinterest

Griglie – Fonte: spm

Se il tuo spazio per riporre i piatti è affollato, puoi utilizzare le griglie del forno per questo scopo. Ecco anche un consiglio efficace  per pulire le griglie del forno con il bicarbonato di sodio.

5. Sbarazzarsi rapidamente delle parti bruciate

parti bruciate

logo pinterest

Grassi bruciati – Fonte: spm

Non è raro ritrovarsi con una padella con il fondo bruciato. Per ovviare a questo problema, usa il lavandino per preparare  una bacinella di acqua fredda e poi immergici l’oggetto bruciato . Quindi versare 3 cucchiai di sale nell’acqua e lasciare agire.

In generale, il grasso cotto o il cibo bruciato è particolarmente problematico in termini di pulizia. Un altro trucco consiste nel versare  acqua  calda e detersivo  per lavastoviglie in polvere nella padella sporca. Bollirlo e lasciarlo in ammollo per 1 ora.

Per pulire i residui incrostati in una casseruola, spalmate del sapone liquido nella pentola quindi aggiungete acqua bollente e lasciate macerare. Successivamente, strofina i lati e il fondo  con una spatola di gomma per sciogliere lo sporco  prima di utilizzare il brillantante.

6. Utilizzare un buon detersivo per piatti

buon detersivo per piatti

logo pinterest

Detersivo per piatti – Fonte: spm

Se si desidera rendere il lavoro meno doloroso, è consigliabile utilizzare un buon detersivo per i piatti. Per questo è consigliabile ottenerlo con un’alta concentrazione di tensioattivi che aiuteranno a disgregare cibo e grasso dalla superficie delle stoviglie. Naturalmente, puoi scegliere tra prodotti con composti concentrati  e detersivo per piatti fatto in casa.

7. Usa gli strumenti giusti

buoni strumenti

logo pinterest

Spugna pulizia – Fonte: spm

Prendi una spugna con una superficie ruvida e morbida e assicurati di pulirla con una soluzione disinfettante per evitare che  accumuli batteri.

8. Lascia che i piatti si impregnino

lasciare i piatti in ammollo

logo pinterest

Piatti inzuppati – Fonte: spm

Sebbene sia sconsigliato mettere in ammollo i piatti per giorni, è comunque una pratica efficace purché si tratti di pochi minuti. Infatti, in una bacinella d’acqua composta da detersivo per piatti, lo sporco  tenderà ad ammorbidirsi dopo pochi istanti.

9. Lavare nel giusto ordine

lavare nel giusto ordine

logo pinterest

organizzazione del piatto – Fonte: spm

È bene iniziare pulendo e sgrassando le parti meno sporche e meno unte per poi passare a piatti, stoviglie e utensili. Poi finisci con pentole e padelle  e ricordati di aggiungere altro detersivo per piatti e acqua calda per completare il lavoro.

10. Acqua calda. Non sempre necessario

niente acqua calda

logo pinterest

Stoviglie – Fonte: spm

Mentre è generalmente consigliabile utilizzare acqua calda per i piatti, questo non è il caso per i piatti  che hanno contenuto latticini o amidi . Infatti, poiché il calore può rendere queste particelle ancora più appiccicose, devono essere risciacquate con acqua fredda.

11. Usa gli scolapiatti

colapiatti

logo pinterest

Lavastoviglie – Fonte: spm

Le teglie proteggeranno i piatti dalle crepe  se colpiscono le superfici dell’acciaio inossidabile  del lavandino . Questi oggetti rimangono pratici anche se hai un lavandino capiente.

12. Buona asciugatura

Dopo aver posizionato i piatti puliti su una griglia, lasciarli asciugare all’aria  o utilizzare un panno in microfibra . Usa anche un asciugamano assorbente sotto lo scolapiatti.