Non c’è niente di più frustrante e inquietante che vedere le tue piante preferite soffrire molto. Nonostante tutte le cure regolari, alcuni finiscono per ammalarsi o addirittura morire. Niente panico, far rivivere una pianta appassita non è impossibile. Se affronti questa prova, non preoccuparti più del necessario e armati di pazienza. Grazie a questo stratagemma potrete infondere nuova vita alle vostre piante e salvarle in extremis dal loro disastroso destino. Basata su 3 ingredienti naturali, questa miscela farà miracoli sulle tue piante.

Una pianta appassita

logo pinterest

Una pianta appassita – Fonte: spm

Il trucco ideale per dare nuova vita alle tue piante?

Le piante possono morire per vari motivi, a seconda della nostra volontà o meno. Perché a volte, anche se curati adeguatamente, possono appassire nel tempo, essere devastati da parassiti o ammalarsi senza preavviso. Infine, qualunque sia il motivo, la cosa più importante è evitare questa fatalità adottando determinate misure al momento giusto. Quando senti che la tua pianta sta soffrendo molto e che potrebbe presto andare in pensione,  è sempre salvavita sapere come farla rivivere . Anche se non dureranno per sempre e alla fine appassiranno, prendere in mano la situazione al momento giusto è una vera soddisfazione.

Pertanto, tutti i rimedi casalinghi sono buoni da prendere. Il trucco che ora vi sveliamo è particolarmente indicato ed efficace per rianimare una pianta troppo stressata o martoriata da malattie.

Per questa miscela, devi solo diluire i seguenti tre ingredienti in acqua:

– Una buccia di banana

– Fondi di caffè usati

– Un guscio d’uovo

Preparazione:  Mescolare tutti gli ingredienti e aggiungere un po’ d’acqua. Quando ottieni una pasta densa, ferma il mixer. Aggiungi qualche cucchiaio di composto alle piante appassite e lascia che questo composto faccia la sua magia.

Questo rimedio contiene tutti i nutrienti di cui la tua pianta ha bisogno per prosperare di nuovo. Quindi è solo questione di tempo prima che tu lo veda tornare verde e bello. Un po’ di pazienza e la vista della tua pianta sana ti renderanno di nuovo felice!

Perché hai scelto proprio questi 3 ingredienti? Ognuno di loro ha virtù per nutrire le tue piante e farle rinascere dalle loro ceneri.

  • La buccia di banana è molto ricca di amido, proteine ​​azotate, fibre e vitamine (A, B e C). Agisce quindi come un potente fertilizzante organico che fornirà alle tue piante tutti i nutrienti di cui hanno bisogno. Come bonus, è naturale ed ecologico!
  • Inoltre, grazie al suo pH leggermente acido, i fondi di caffè si rivelano un ottimo fertilizzante organico naturale molto apprezzato dai giardinieri. Come bonus, è ricco di potassio e magnesio immediatamente assimilabili. Ciò aumenterà immediatamente la crescita della pianta.
  • Sia in giardino che per le piante da interno, i gusci d’uovo aiutano a bilanciare il pH del compost. Sono molto ricchi di sali minerali, in particolare di calcio. Questo fertilizzante naturale arricchirà le tue piante e fornirà loro la resistenza di cui hanno bisogno. Come bonus, se cospargi un po’ di terriccio, i detriti del guscio allontaneranno eventuali parassiti che si nascondono intorno a loro.
innafiando le piante

logo pinterest

Piante innaffianti – Fonte: spm

5 consigli per evitare che le tue piante si ammalino o muoiano rapidamente

Ecco come puoi prenderti più cura delle tue piante  per evitare che appassiscano prematuramente.

  1.     Ricorda che l’esposizione alla luce solare o l’intensità luminosa di cui ogni pianta ha bisogno non è uguale per tutte. Occorre quindi determinare le esigenze di illuminazione di ciascuna per evitare possibili appassimenti o che le foglie non brucino con il sole. Un esempio classico sono le felci: alcune tollerano senza problemi l’esposizione diretta ai raggi solari per diverse ore al giorno, mentre altre possono appassire o bruciare con pochi minuti di luce solare intensa.
  2. Usa molta cautela quando innaffi le tue piante. Sia la frequenza che la quantità sono parametri fondamentali: l’eccesso di umidità può portare a marciume, avvizzimento permanente e persino alla morte. Esempio: molti cactus devono essere annaffiati solo ogni due settimane o anche mensilmente. Mentre la maggior parte delle felci ha bisogno di acqua ogni giorno.
  3. La qualità del substrato in cui crescono le tue piante è essenziale per la loro salute. Alcune piante hanno bisogno di terreni impregnati d’acqua (soprattutto alcune specie di Iris), quindi il loro substrato dovrebbe essere sempre umido. Ma altre piante preferiscono crescere in substrati più asciutti. Se non fornisci abbastanza umidità nel terreno o nei tronchi (delle piante epifite), vedrai la differenza tra una pianta sana e una che viene facilmente attaccata dai funghi, il che molto spesso le porta a marcire e ucciderle.
  4.     Anche se preferisci i fertilizzanti naturali, sia chimici che organici, questi fertilizzanti aiutano in modo significativo la crescita e la fioritura delle tue piante. Stimolano la crescita e promuovono le fioriture più spettacolari. Ma attenzione: troppo fertilizzante può essere mortale. Naturalmente, i più aggressivi sono quelli derivanti da sostanze chimiche. A lungo andare e con un uso intensivo, questi fertilizzanti rischiano di bruciare le foglie e causare molti danni. L’alternanza con rimedi naturali ed ecologici è spesso consigliata dagli specialisti.
  5.     Infine, la potatura è indispensabile per la salute di molte piante e per prolungarne la durata. Certo, anche se non tutti hanno bisogno di potatura, alcuni richiedono un ritocco per dare un nuovo aspetto, quindi rimuovere vecchi rami e fiori secchi favorirà notevolmente la crescita. La potatura previene anche la comparsa di funghi e parassiti nei fiori in decomposizione. Pertanto, molte piante necessitano di potature annuali per promuovere la ramificazione dei loro steli e mantenerle belle.