Il telefono è un must nella vita di tutti i giorni e ora il dispositivo ci accompagna ovunque. Solo che c’è un posto dove non dovrebbe accompagnarci: sul comodino. Scopri perché il cellulare non dovrebbe seguirci quando è ora di dormire.

Scambiare con i nostri cari, ascoltare musica, guardare video sono tutte cose che il nostro smartphone ci permette di fare. Tuttavia, non dovresti portarlo ovunque con te e questo è particolarmente vero in camera da letto. Questo dispositivo non deve essere posizionato sul comodino.

Il crescente utilizzo dei social media ha reso indispensabili gli smartphone. Ci permettono di essere connessi in qualsiasi momento della giornata e di tenerci aggiornati su tutto ciò che i nostri amici e contatti sono fino a migliaia di chilometri di distanza.

usa il telefono a letto

logo pinterest

Uso quotidiano del telefono a letto – Fonte: spm

Dove mettere il cellulare quando vogliamo dormire?

Gabriela Paoli, psicologa e autrice del libro “Digital Health: Keys to Healthy Use of Technology” sa molto su questo argomento e ci esorta a lasciare il telefono fuori portata quando ci addormentiamo perché potrebbe tenerci svegli la notte. e impediscici di riaddormentarci. “Se ci svegliamo durante la notte, saremo sicuramente tentati di collegarci e  perderemo ore di sonno che ci porteranno conseguenze negative il giorno dopo . Stanchezza, mancanza di concentrazione, irritabilità o aggressività sono alcune di queste conseguenze.

Quindi, se andiamo a dormire, dove dovremmo lasciare il telefono? La risposta è semplice: in qualsiasi posto che non possiamo raggiungere dal nostro letto. Gabriela Paoli consiglia diverse cose, ma soprattutto consiglia di disattivare il Wi-Fi.

“Se è importante disattivare il Wi-Fi, consiglio di mettere il telefono in modalità aereo e di lasciarlo in un’altra stanza. E tornare alle vecchie, sane abitudini di  svegliarsi e leggere un buon libro o ascoltare un programma radiofonico per addormentarsi . In questo modo non sarai più tentato dalla voglia di collegarti durante la notte e privarti di ore di riposo. »

sveglia del telefono

logo pinterest

Sveglia sul cellulare – Fonte: spm

Claudia Gómez, psicologa, ricorda che è consigliabile dormire senza cellulare. Si rivolge in particolare a chi è fortemente dipendente e raccomanda di evitare l’uso degli schermi in generale prima di andare a dormire (1 ora o 30 minuti) per evitare problemi di addormentamento e poter così godere di un riposo di qualità. .

“Se usiamo gli schermi appena prima di andare a letto, ritardiamo la produzione di melatonina, un ormone responsabile dell’induzione del sonno. Il nostro riposo e la qualità del nostro sonno ne risentiranno”, spiega.

telefono sul comodino

logo pinterest

Lascia il telefono sul comodino – Fonte: spm

Se non abbiamo il telefono nelle vicinanze…

Al giorno d’oggi, ci sembra strano non vedere qualcuno con lo smartphone costantemente appeso in mano. Abbiamo talmente normalizzato questo fatto che in molte occasioni ci sentiamo in imbarazzo quando non abbiamo il cellulare vicino. Quando sentiamo un bisogno molto intenso di stare su questo dispositivo tutto il giorno, possiamo identificarci con alcuni di questi aspetti evidenziati da Claudia Gómez:

  • Irrequietezza se non abbiamo il cellulare vicino quando mangiamo o dormiamo
  • Non riuscire ad addormentarsi se il telefono non è acceso
  • Revisione costante di nuove notifiche e messaggi sui social media
  • Controllo costante della schermata iniziale per nuovi messaggi
  • Irrequietezza o nervosismo se non usciamo di casa con la batteria al 100% o se è scarica

È importante tenere conto di questi aspetti perché a lungo termine possono intensificarsi e generare un grande disagio emotivo e, a lungo termine, avere un impatto sul benessere. Non esitare a chiedere aiuto psicologico se noti uno o più di questi sintomi.