Press ESC to close

Ecco perché l’acqua di cottura della pasta non va più buttata nel lavandino

La pasta non è solo un alimento base della cucina italiana ma anche di tutte le cucine del mondo. Oltre ad essere deliziosi, hanno molti benefici per la salute, in quanto hanno un basso potere calorifico e contengono vari nutrienti e minerali. È anche per questo che non bisogna mai buttare l’acqua di cottura nel lavello, leggete questo articolo per saperne di più!

In Italia ci sono più di 600 varietà di pasta e più di 1300 denominazioni diverse sul mercato e nuove invenzioni emergono costantemente. Secondo  i dati  dell’International Pasta Organisation, l’Italia è il primo Paese consumatore di pasta, seguita da Tunisia e Venezuela con un consumo annuo rispettivamente di 16 e 12 chili. Una popolarità che non lascia nessuno indifferente. Mentre in  Francia  un francese su due mangia pasta varia più di una volta alla settimana e il 77% la mangia come secondo piatto.

La pasta crea felicità

La ricerca   suggerisce che le scelte alimentari sane non hanno solo un impatto sulla salute fisica ma anche sulla salute mentale In effetti, frutta e verdura rappresentano quasi un quarto del punteggio totale di felicità e quindi contribuiscono in larga misura alla felicità legata al cibo. Per quanto riguarda i prodotti a base di cereali come pane, pasta e cereali, che sono le principali fonti di  carboidrati , in particolare amido e fibre, erano la seconda principale fonte di felicità.

C’è un’organizzazione internazionale della pasta

Fondata nel 2005, l’International Pasta Organization è un’organizzazione senza scopo di lucro dedicata ad aumentare il consumo di pasta e aumentare la consapevolezza del suo valore nutrizionale e dei suoi benefici per la salute.

Per combattere l’ascesa di diete malsane che creano idee sbagliate sui carboidrati, questa organizzazione ha lanciato un programma di comunicazione chiamato “The Truth About Pasta”. Quest’ultimo rafforza il fatto che la pasta fa parte di uno stile di vita sano e cita diversi buoni motivi per consumarla:

·  La pasta  è una parte fondamentale di molte sane abitudini alimentari in tutto il mondo, come la dieta mediterranea. La maggior parte delle diete a base di pasta aiuta a prevenire e rallentare la progressione delle principali  malattie croniche  e fornisce maggiori benefici per la salute rispetto alle attuali diete occidentali.
· Le diete che promuovono  la perdita di peso  possono enfatizzare una gamma di carboidrati, proteine ​​e grassi sani. Tutti e tre questi macronutrienti, in equilibrio, sono essenziali per progettare una dieta sana e personalizzata che tutti possano seguire per tutta la vita.

· La pasta è una scelta sana e conveniente disponibile in quasi tutte le aziende. L’accessibilità dei piatti di pasta può aiutare a superare l’errata percezione che i cibi sani siano troppo costosi.

E l’acqua di cottura della pasta?

Cosa fai quando la tua pasta ha finalmente raggiunto la perfezione al dente? Se la tua risposta è filtrarli svuotando l’acqua di cottura nel lavello, stai commettendo un grosso errore! I grandi chef sanno quanto quest’acqua sia indispensabile per la preparazione del sugo perché ricca di amido. In effetti, quest’acqua salata è l’emulsionante e l’addensante perfetto per preparare un buon sugo per accompagnare la pasta.

Se cuoci il sugo contemporaneamente alla pasta, sentiti libero di aggiungere qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta al  sugo . All’inizio si assottiglierà, ma non fatevi prendere dal panico, si addenserà magicamente man mano che l’amido viene assorbito dalla salsa. Soprattutto, non gettare l’acqua filtrata nel lavandino, conservala e congelala in piccole quantità. Puoi aggiungerlo a sughi, zuppe, stufati e tutte le tue preparazioni che richiedono addensamento. 

Un altro consiglio da ricordare è quello di non sciacquare mai la pasta dopo la cottura. L’amido presente sulla loro superficie, infatti, permette al sugo di aderire alla pasta.

E lei ? Ti piace la pasta?